Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

LINGUANET - Lotta anticrimine transfrontaliera

Il progetto LINGUANET rientra nei venti progetti selezionati nell'ambito del primo invito a presentare proposte riguardanti il programma specifico di RST in materia di applicazioni telematiche di interesse comune. Esso è destinato ad incentivare lo scambio d'informazioni tra l...

Il progetto LINGUANET rientra nei venti progetti selezionati nell'ambito del primo invito a presentare proposte riguardanti il programma specifico di RST in materia di applicazioni telematiche di interesse comune. Esso è destinato ad incentivare lo scambio d'informazioni tra le forze di polizia regionali di diversi Stati membri, attraverso un sistema di comunicazione multilingue sicuro ed efficiente. Per controllare i movimenti del crimine transfrontaliero ed organizzato bisogna che le forze di polizia europee lavorino in stretta cooperazione. Per riuscire nell'intento, occorre ovviamente che la comunicazione tra i funzionari di polizia di diverse regioni e paesi sia chiara. Spesso però la lingua costituisce un ostacolo insormontabile ad un rapido scambio di informazioni tra le forze di polizia regionale di diversi Stati membri. Il progetto LINGUANET, lanciato nell'ottobre 1995, è finalizzato al superamento delle differenze linguistiche grazie alla disponibilità di una comunicazione transfrontaliera che comprende, ad esempio, testi, messaggi e grafici in più lingue destinati alle forze di polizie ed ai servizi di pronto intervento. Attualmente, 22 forze di polizia di sei paesi membri dell'UE (Belgio, Danimarca, Francia, Paesi Bassi, Spagna e Regno Unito) si servono dei terminali di comunicazione LINGUANET. Una delle caratteristiche principali di LINGUANET consiste nei messaggi preformattati, che sono immediatamente trasferiti nella lingua del destinatario. L'utilizzatore si limita a compilare le caselle inserendo le informazioni essenziali, come il nome del sospetto, la data di nascita, la nazionalità, il numero del passaporto, il colore dei vestiti o dei capelli. Possono essere integrate altre informazioni, anche sotto forma d'immagine, come le impronte digitali o fotografie. LINGUANET permette inoltre la conversazione on-line nella lingua dell'utilizzatore, assistita da un dizionario elettronico. Il progetto LINGUANET è gestito da Prolingua Ltd., società specializzata in telematica del linguaggio insediata a Cambridge, RU. Prolingua sviluppa attualmente aggiornamenti e nuove caratteristiche insieme a Philips, il gigante olandese dell'elettronica. Tra queste, il riconoscimento vocale e la capacità di tradurre un testo in messaggio vocale da trasmettere via i sistemi radiofonici operativi. Si sta inoltre già progettando di adattare il sistema LINGUANET ad altre applicazioni, che potrebbero includere servizi di comunicazione per i servizi sanitari o la difesa civile, o per una gestione efficace delle crisi transnazionali (terremoti, catastrofi industriali, gravi inquinamenti marini o fluviali, disastri marittimi).