Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Preavviso: terzo invito per progetti nella convalida delle tecnologie e trasferimento tecnologico

Alla luce dell'elevato livello di interesse mostrato nelle attività di "convalida delle tecnologie e trasferimento tecnologico" dello specifico programma comunitario per la diffusione e l'ottimizzazione dei risultati delle attività di RST (INNOVATION), come dimostrano i risult...

Alla luce dell'elevato livello di interesse mostrato nelle attività di "convalida delle tecnologie e trasferimento tecnologico" dello specifico programma comunitario per la diffusione e l'ottimizzazione dei risultati delle attività di RST (INNOVATION), come dimostrano i risultati del primo e secondo invito in questo settore, attualmente la Commissione sta programmando il lancio di un terzo invito per progetti nella convalida delle tecnologie e trasferimento tecnologico. Questo terzo invito è previsto nel programma di lavoro del programma INNOVATION e sarà anche l'ultimo organizzato in questo dominio nell'ambito del Quarto programma quadro. Provvisoriamente, il lancio è previsto per il 17 giugno 1997, onde avere il tempo necessario per selezionare i progetti, completarne la "fase di definizione" ed avviarne la "fase di attuazione" prima della fine del 1998. La dotazione di bilancio disponibile per questo terzo invito è significativamente inferiore a quella per i primi due inviti (intorno a 20 milioni di ECU). Pertanto, questa volta, l'invito si concentrerà unicamente sui progetti e non comprenderà le "misure di accompagnamento". Lo scopo principale di questo terzo invito, come nei due precedenti, sarà il miglioramento dell'interfaccia "ricerca-innovazione" mediante la fornitura di sostegno a progetti in grado di: - dimostrare una "buona pratica" nella convalida della tecnologia e trasferimento tecnologico in quanto ad attuazione delle innovazioni; - rispondere alle esigenze del mercato e della società in generale. Come nei precedenti due inviti, il trasferimento tecnologico verso altri domini o regioni e la partecipazione delle PMI saranno ancora tra le principali priorità. Continuerà ad essere mantenuto anche l'approccio in due fasi, "definizione" ed "attuazione", ma la durata della "fase di definizione" sarà ridotta ad un massimo di sei mesi.

Articoli correlati