Skip to main content

European fullscale flow research and technology (EFFORT)

Article Category

Article available in the folowing languages:

Indagini numeriche nei progetti delle navi moderne

Già solidamente integrati nel processo di progettazione delle moderne navi, i software che usano la fluidodinamica computazionale (CFD) hanno permesso di modellizzare i flussi turbolenti per poter gestire le complesse geometrie della nave.

Tecnologie industriali

Tra le sfide ancora da vincere nella progettazione delle navi moderne ci sono i lunghi tempi di calcoli informatici necessari per le simulazioni numeriche a scala reale dei flussi attorno allo scafo. Solo negli ultimi tempi le accresciute capacità di calcolo in parallelo hanno reso possibile prevedere i numeri di Reynolds per i flussi viscosi a scala ridotta. Il progetto europeo EFFORT ha offerto significativi contributi per affinare e validare gli strumenti di fluidodinamica computazionale (CFD) che simulano i flussi attorno alle vere navi. Concentrandosi sull'applicabilità dei metodi RANS (Reynolds-averaged Navier-Stokes) al calcolo informatico del flusso viscoso, i partner polacchi del progetto hanno misurato i diversi parametri di flusso e hanno raccolto i dati esistenti. Per aumentare la fiducia nelle capacità di previsione, sono state stimate le differenze e gli effetti di scala nell'accuratezza dei codici CFD disponibili. A tal fine i test su modello condotti al Centrum Techniki Okretowej S.A. in Polonia sono stati completati con misure dei flussi a scala reale attorno a navi in servizio. Per le misure della velocità, necessarie all'analisi della scia di scafo, in aggiunta alla velocimetria laser doppler è stata messa a punto anche una tecnica tridimensionale basata sulla velocimetria a immagine di particelle (che non interferisce con la struttura di campo). Sono stati inoltre usati i tradizionali test sulla scia nominale e l'autopropulsione per poter valutare le prestazioni di resistenza e potenza, criteri fondamentali nella progettazione di una chiglia. I dati sperimentali su varie navi raccolti nell'Hamburg Ship Model Basin, e le misure di flusso dei corrispondenti modelli, sono stati aggiunti al database distribuito a tutti i partner del progetto. Il confronto tra i risultati misurati e quelli simulati nei casi studiati permetterà, per la prima volta, di ottenere indicazioni reali sulle capacità di previsione dei metodi RANS usati nelle simulazioni.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione