Skip to main content

Optimizing suicide prevention programs and their implementation in Europe

Article Category

Article available in the folowing languages:

Migliorare le misure di prevenzione dei suicidi

I ricercatori europei hanno adottato un approccio molto ampio alla ricerca e sviluppo degli interventi in materia di suicidio. Le valutazioni e le raccomandazioni di implementazione hanno fornito un contributo importante alle politiche per la prevenzione di questo grave fenomeno.

Salute

Il progetto OSPI-EUROPE ("Optimizing suicide prevention programs and their implementation in Europe"), finanziato dall'UE, ha cercato di fornire ai soggetti interessati, ai responsabili delle politiche sanitarie e alla Commissione europea un metodo di prevenzione dei suicidi efficiente e basato su fatti concreti. I membri del consorzio, che rappresentano 14 istituzioni dei dieci paesi europei, hanno implementato un programma di intervento avanzatissimo per la prevenzione dei suicidi in quattro regioni europee prese a modello. Basandosi su idee e materiali sviluppati nel contesto dell'Alleanza europea contro la depressione (European Alliance Against Depression, EAAD), i ricercatori hanno approfondito in particolare cinque aree. Il primo livello riguarda l'istruzione e la formazione dei medici di assistenza primaria, mentre il secondo ha preso in considerazione la consapevolezza a livello pubblico. Il terzo livello ha esaminato le opportunità di formazione che si offrono ai facilitatori di comunità, come sacerdoti, operatori sociali, insegnanti e mezzi di comunicazione. Il livello quattro tratta delle offerte che hanno a disposizione i gruppi ad alto rischio, del sostegno disponibile per le attività di autosupporto e per i familiari, mentre il cinque ha affrontato la necessità di porre limitazioni ai mezzi letali. Alla base di questo avanzatissimo approccio d'intervento si vi è una serie di consultazioni condotte con gli operatori principali, nonché l'esame e la valutazione accurata delle relazioni pubblicate dai vari programmi di prevenzione. Gli studiosi hanno esaminato le differenze esistenti a livello internazionale tra le percentuali dei suicidi, svolgendo un'analisi comparativa delle possibili spiegazioni e degli aspetti che vi sono correlati, con uno studio che ha permesso di adattare nel modo più appropriato i programmi di intervento alle situazioni specifiche che presentano le diverse regioni europee. Il team OSPI-EUROPE ha implementato il suo intervento di prevenzione comunitario, comparabile e multilivello, in paesi che presentano sistemi sanitari e caratteristiche socio-culturali diverse nell'ambito dell'UE. Per ogni paese (Germania, Ungheria, Irlanda e Portogallo) sono state selezionate due specifiche regioni di popolazione, una per l'intervento e una per il controllo. I ricercatori hanno valutato l'efficacia della prevenzione dei suicidi e i risultati intermedi, oltre ai processi di implementazione e agli aspetti economico-sanitari. Nonostante la difficoltà di riuscire a provare l'efficacia di ogni possibile misura, l'approccio di intervento a più livelli e le valutazioni condotte hanno permesso di raccogliere ulteriori informazioni sui meccanismi e le misure che caratterizzano questo fenomeno, che appaiono ridondanti o comunque ottimizzabili. Partendo dai risultati della valutazione, i partner del progetto hanno sviluppato un approccio di intervento ulteriormente ottimizzato e migliorato. Un aspetto importante del lavoro del progetto è stata l'intensa attività di diffusione e di pubbliche relazioni, grazie alla quale è stato possibile raggiungere un pubblico più vasto, la comunità scientifica, i responsabili delle politiche e tutti i soggetti interessati a livello sia nazionale sia europeo. Nel complesso, OSPI-EUROPE ha contribuito a formulare raccomandazioni complete e basate su fatti concreti, per l'implementazione di misure sostenibili per la prevenzione dei suicidi.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione