Skip to main content

Health Effects of Indoor Pollutants: Integrating microbial, toxicological and epidemiological approaches

Article Category

Article available in the folowing languages:

Inquinanti dell'aria interna: effetti sulla salute

Il miglioramento della qualità dell'aria interna è tra le principali azioni mirate del Piano d'azione europeo per l'ambiente e la salute (EAP). Per aiutare la creazione di una struttura di valutazione del rischio, un'indagine europea ha prodotto importanti informazioni sui legami tra qualità ambientale degli interni e salute degli occupanti.

Cambiamento climatico e Ambiente

Umidità, condensa e muffa sono degli inquinanti biologici emergenti che pregiudicano la salute causando varie malattie respiratorie e altri disturbi quali asma e allergie. Tuttavia, il ruolo preciso e i meccanismi che stanno alla base della fisiopatologia di questi inquinanti degli ambienti chiusi sono in gran parte poco chiari, soprattutto a causa di una carenza di dati relativi all'esposizione. Gli effetti nocivi sulla salute riferiti potrebbero essere causati da microbi, altri agenti biologici come gli allergeni, composti organici volatili (COV), ftalati e particelle sottili. Anche gli agenti chimici usati per la manutenzione e le pulizie potrebbero essere dannosi per la salute umana. Le reazioni a questi agenti potrebbero essere allergia, irritazione e alcuni meccanismi tossici o infiammatori. Allo scopo di chiarire l'impatto dell'esposizione in ambienti chiusi su bambini e adulti in edifici scolastici e residenziali, lo studio HITEA, finanziato dall'UE, ha riunito ricercatori provenienti da sette paesi europei. Il progetto si è concentrato su danni da condensa e umidità ed esposizioni ai microbi collegati a queste condizioni, ma ha anche esaminato i potenziali effetti protettivi dell'esposizione ai microbi nella prima infanzia, e ha valutato il ruolo di allergeni, ventilazione ed esposizione alle particelle sottili. Studi sul campo all'interno delle scuole sono stati condotti in tre paesi che rappresentano diverse regioni climatiche (Spagna, Paesi Bassi e Finlandia). Lo studio ha valutato la salute dell'apparato respiratorio di studenti e insegnanti in relazione alle esposizioni nell'ambiente degli edifici scolastici. Sono state effettuate delle analisi di laboratorio delle componenti microbiche e delle tossine assieme a degli studi immunotossicologici. Si è scoperto che i problemi legati alla condensa sono relativamente comuni, visto che tra il 20 % e il 41 % degli edifici scolastici ne sono colpiti. I risultati hanno mostrato che l'umidità è collegata a un'elevata esposizione ad alcuni microbi e ai loro metaboliti in parte tossici, tuttavia, gli effetti dipendevano molto dal paese o dalla regione climatica. L'umidità delle scuole è stata anche associata con sintomi delle vie respiratorie in studenti e insegnanti ma non influiva sul funzionamento dei polmoni degli studenti, come indicato da misurazioni delle funzioni respiratorie. Per valutare le esposizioni ai microbi in ambienti chiusi nelle case europee e il loro impatto sulla salute di bambini e adulti è stato condotto anche un altro studio. Sono stati analizzati oltre 3 000 campioni di polvere domestica alla ricerca di diversi agenti microbici. Le prime scoperte indicano una grande variazione nelle esposizioni ai microbi in ambienti chiusi nelle case europee, con i livelli che dipendono da vari fattori nei diversi paesi, tra cui le caratteristiche degli alloggi, condizioni climatiche, animali domestici, umidità, oltre che da un alto indice di affollamento delle case. Analisi approfondite dei potenziali effetti sulla salute relativi alle esposizioni ai microbi in abitazioni e scuole sono attualmente in corso. Le scoperte di HITEA dovrebbero allertare le autorità nazionali ed europee e indurle a intraprendere le azioni appropriate per migliorare sicurezza e salute. Controllare le sostanze inquinanti biologiche e chimiche in ambienti chiusi mediante il miglioramento delle condizioni degli edifici dovrebbe diventare una priorità per evitare problemi di salute.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione