Skip to main content

A common data exchange system for agricultural systems

Article Category

Article available in the folowing languages:

Raccogliere la sfida alimentare

Soddisfare il fabbisogno alimetare futuro eserciterà una crescente pressione su produttori e distributori, che potranno contare su un nuovo sistema informativo per fronteggiare la sfida.

Economia digitale

A causa dei continui aumenti demografici a livello globale, la domanda di produzione alimentare ha già raggiunto livelli mai visti finora e si prevede che questa crescita non rallenterà. Tale fenomeno eserciterà una pressione sempre più forte sulle industrie agricole e sui settori associati, come ad esempio il campo della vendita al dettaglio e della logistica. La gestione delle sfide future renderà necessari il coordinamento e la disponibilità di informazioni aggiornate, ovvero due aspetti attualmente lacunosi. Il progetto AGRIXCHANGE ("A common data exchange system for agricultural systems") è un'iniziativa sostenuta dall'UE allo scopo di far fronte a queste esigenze. Il programma ruota intorno al lavoro di un consorzio diversificato formato da istituti accademici, agricoltori e aziende nel settore agroalimentare, che si prefiggono l'obiettivo di sviluppare nuovi metodi di condivisione delle informazioni e delle competenze, allo scopo di potenziare la sostenibilità, l'efficienza e la convenienza economica delle attività svolte in tale ambito. La principale attività dell'iniziativa consisteva in un'analisi completa della capacità in termini di scambio di informazioni tra gli Stati membri dell'UE, più la Svizzera, dalla quale è emersa un'enorme variabilità inattesa sul piano dell'organizzazione e della comunicazione, che spazia da livelli tendenzialmente pari a zero a livelli altamente sofisticati, senza, però, escludere tendenze costanti, tra cui l'invecchiamento della popolazione degli agricoltori, che implica una ridotta capacità di adattamento alle tecnologie destinate alle comunicazioni. Da ciò deriva un bisogno di infrastrutture di telecomunicazioni/dati nelle aree rurali. Ai paesi in via di sviluppo viene inoltre offerta la possibilità di evitare le infrastrutture superate e di utilizzare direttamente sistemi mobili avanzati. Una seconda attività cardine si è tradotta nella creazione di una struttura di riferimento, incentrata sul nuovo aXtool, ovvero uno strumento concepito allo scopo di integrare la progettazione della struttura di riferimento nelle strutture AGRIXCHANGE esistenti. Il dispositivo consiste in un sistema di gestione dei contenuti finalizzato a un controllo ottimale del contributo apportato dalle informazioni e alla facilitazione, nel contempo, della condivisione di tali dati. Nel tentativo di potenziare ulteriormente lo scambio di informazioni, l'iniziativa AGRIXCHANGE ha sviluppato una piattaforma web contenente informazioni sul progetto e in grado di agevolare la collaborazione su varie norme e questioni a esso correlate. Il dibattito sull'argomento è stato inoltre facilitato dalla creazione di un gruppo su LinkedIn. I ricercatori hanno organizzato quattro workshop in seno a conferenze di più ampio respiro che hanno registrato un'intensa partecipazione e promosso una collaborazione produttiva con altri progetti dell'UE e organizzazioni correlate. Inoltre, l'iniziativa AGRIXCHANGE collabora con varie organizzazioni di normazione europee che facilitano la creazione di contatti con le controparti operanti nel panorama internazionale. Questi sforzi hanno condotto a importanti passi avanti verso la creazione di un sistema standardizzato per l'agricoltura europea. Con questi presupposti, l'iniziativa consentirà alle organizzazioni del vecchio continente di disporre di strumenti ottimizzati per la creazione di attività di collaborazione tese all'offerta di una capacità alimentare aggiuntiva che si rivelerà ben presto necessaria.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione