Skip to main content

Managing Risks of Nanoparticles

Article Category

Article available in the folowing languages:

Strumenti di gestione e metodi innovativi per i nanomateriali ingegnerizzati

Le procedure standardizzate e integrate per valutare l’esposizione, i pericoli e i rischi associati agli agenti chimici tradizionali sono fondamentali per garantire una regolamentazione e un utilizzo in piena sicurezza. L’iniziativa dell’UE MARINA ha sviluppato strumenti simili per i nanomateriali ingegnerizzati (engineered nanomaterials, ENM).

Tecnologie industriali

Gli studi correlati ai rischi affrontano sempre più l’esposizione agli ENM e la tossicità in svariate procedure di prova individuali in-house. Tuttavia, un quadro di valutazione e gestione integrato, sistematico e generalizzato relativo a salute e sicurezza ambientale, doveva ancora essere sviluppato. Con tale obiettivo, il progetto MARINA (Managing risks of nanoparticles), finanziato dall’UE, ha sviluppato e validato una strategia per la gestione e la valutazione dei rischi correlati agli ENM. Il progetto MARINA affrontato quattro temi centrali: materiali, esposizione, pericoli e rischi. È stata sviluppata una strategia di valutazione dei rischi per uomo e ambiente e un toolbox integrato e standardizzato per la gestione dei rischi, il quale va oltre l’attuale stato dell’arte e ha portato a una serie di strumenti referenziali applicabili a livello globale per ciascuno di questi temi. In particolare, i partner MARINA hanno creato strumenti referenziali per ogni tema e li hanno incorporati in una serie di strumenti per salute umana e ambientale. Inoltre, sono state effettuate dimostrazioni inerenti a tali strumenti attraverso studi di caso. I partner del progetto MARINA hanno prodotto un insieme di nanomateriali di riferimento con metodi di caratterizzazione referenziale, i quali sono stati resi disponibili per i progetti futuri. Sono stati inoltre ideati metodi per ampliare la conoscenza in fatto di proprietà, interazione, esposizione e futuro degli ENM riguardo a salute umana e qualità dell’ambiente. Il team MARINA ha integrato i risultati dei quattro temi in una coerente strategia di valutazione dei rischi e di sperimentazione intelligente, adottata dalle autorità di regolamentazione e dall’industria. Infine, il progetto ha dato vita a un database completo di risultati sperimentali al fine di comprendere le interazioni degli ENM con esseri umani e ambiente. Tali risultati sono stati comunicati ai membri dell’OCSE e del Nanosafety Cluster per progetti in corso e futuri. Circa 80 articoli sono stati pubblicati in riviste specializzate. I paradigmi del progetto MARINA per valutazione, gestione e riduzione dei rischi sosterranno una nanotecnologia sicura e responsabile a livello ambientale, con importanti benefici per la società.

Parole chiave

Gestione dei rischi, nanomateriali ingegnerizzati, pericoli, salute e sicurezza ambientale, nanoparticelle

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione