CORDIS - Risultati della ricerca dell’UE
CORDIS

Development of bio-based coating from tomato processing wastes intended for metal packaging

Article Category

Article available in the following languages:

Riutilizzare la buccia dei pomodori in modo intelligente

I ricercatori dell’UE stanno creando una lacca ecologica pensata per il rivestimento delle lattine di prodotti alimentari in scatola attraverso l’utilizzo di una sostanza estratta dagli scarti delle bucce di pomodoro.

Tecnologie industriali icon Tecnologie industriali

Oggigiorno si assiste a un aumento generalizzato della domanda di prodotti sostenibili e di misure mirate alla salvaguardia della salute dei consumatori praticamente in tutti i settori, tra cui quello delle conserve alimentari. Il soddisfacimento di queste richieste deve andare di pari passo con una crescita competitiva, nonché con la riduzione e il riutilizzo degli scarti. Il progetto BIOCOPAC (Development of bio-based coating from tomato processing wastes intended for metal packaging), finanziato dall’UE, ha rivolto la propria attenzione ai sottoprodotti del pomodoro nel tentativo di soddisfare tali esigenze. L’obiettivo consisteva nello sviluppo di un rivestimento naturale a base di lacca ricavato dagli scarti della buccia del pomodoro, che verrà applicato alle superfici interne ed esterne delle lattine alimentari allo scopo di garantire la salute e la sicurezza dei consumatori. In primo luogo, i ricercatori hanno eseguito la caratterizzazione delle bucce di pomodoro con provenienze diverse e identificato il metodo migliore per estrarre la sostanza utile, nota con il nome di “cutina”. Dai risultati è emersa l’assenza di differenze sostanziali in termini di composizione delle bucce provenienti dalle varie aree e soprattutto di sostanze pericolose. I ricercatori hanno condotto una serie di test e individuato il metodo migliore per l’estrazione della cutina in termini di rendimento, riproducibilità e fattibilità. Dopo essere stata sviluppata in laboratorio, la strategia ideata nell’ambito dell’iniziativa BIOCOPAC è stata testata in uno stabilimento pilota. La fase successiva consisteva nello sviluppo della bioresina e della lacca ecologica a partire dalla materia prima della cutina. Gli scienziati sono stati in grado di ricavare due diverse formule, una ideata appositamente per la latta e una più generica in grado di adattarsi a tutti i tipi di lattine di metallo. Il progetto BIOCOPAC ha utilizzato queste lacche per produrre vari alimenti in scatola dimostrando la capacità delle materie prime di offrire prestazioni paragonabili a quelle dei prodotti attualmente in circolazione. Una volta attuati, i risultati ottenuti consentiranno ai coltivatori e ai produttori di pomodori di accrescere il valore degli scarti lavorati e di promuovere la creazione di imballaggi ecosostenibili. Inoltre, i produttori di imballaggi saranno in grado di fornire un contenitore innovativo e facilmente riciclabile.

Parole chiave

Pomodoro, lacca, rivestimento, conserve alimentari, scarti lavorati, imballaggi di metallo, cutina

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione