Skip to main content

Event Category

Evento

Article available in the folowing languages:

Gli scienziati dibattono sull'osmosi inversa per migliorare la qualità dell'acqua

La tecnica dell'osmosi inversa, utilizzata per migliorare la qualità dell'acqua sterile per iniezioni (water for injections - WFI), recentemente è venuta a trovarsi al centro dell'attenzione nel corso di un incontro di scienziati riunitisi per discutere azioni internazionali i...

23 Marzo 1999 - 23 Marzo 1999
null

La tecnica dell'osmosi inversa, utilizzata per migliorare la qualità dell'acqua sterile per iniezioni (water for injections - WFI), recentemente è venuta a trovarsi al centro dell'attenzione nel corso di un incontro di scienziati riunitisi per discutere azioni internazionali in favore dell'armonizzazione delle tecniche autorizzate per la produzione di WFI.

Attualmente ci sono rilevanti differenze nelle tecniche autorizzate per produrre WFI negli Stati Uniti e in Europa. Tuttavia, alla conferenza di Strasburgo, organizzata agli inizi di marzo dall'Istituto europeo per la qualità dei medicinali (European Department for the Quality of Medicines - EDQM) del Consiglio d'Europa, delegati di agenzie internazionali di omologazione e valutazione medica hanno discusso se la tecnica di preparazione dell'osmosi inversa può essere adatta o meno per l'utilizzo quando l'acqua purificata non lo è.

La maggior parte dei partecipanti all'incontro ha chiesto ulteriori dati per dimostrare l'affidabilità della tecnica per produrre costantemente acqua di elevata qualità che potrebbe essere idonea per la somministrazione parenterale.

I delegati hanno anche convenuto che gli attuali requisiti della farmacopea (legislazione farmaceutica scritta) per l'acqua dovrebbero essere rivisti poiché le attuali monografie relative all'acqua purificata e all'acqua sterile per iniezioni nella letteratura europea non possono coprire tutte le categorie di acqua in uso.

Essi hanno anche invitato gli utenti di sistemi basati sulla tecnica dell'osmosi inversa a produrre una maggiore quantità di informazioni e dati sull'affidabilità a lungo termine, sulla qualità in generale e sulla qualità microbiologica in particolare, dell'acqua prodotta con tali sistemi.

L'EDQM auspica di promuovere costanti progressi nell'armonizzazione internazionale e di favorire la libera circolazione dei medicinali per uso umano e veterinario garantendo al contempo la salute pubblica.

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

Dott. C. le Tarnec
European Department for the Quality of Medicines (EDQM)
Tel. +33-3-88412815; Fax +33-3-88412789
E-mail: info@pheur.org
URL: http://www.pheur.org

oppure

Christiane Dennemeyer
Servizio stampa del Consiglio d'Europa
Tel. +33-3-88412563; Fax +33-3-88412789
E-mail: PressUnit@coe.fr