Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Fondi per lo sviluppo sostenibile

Alcuni modelli finanziari migliorati possono evolvere dallo studio delle debolezze relative alle nostre economie, le quali sono emerse nel corso degli ultimi 30 anni. Un nuovo sguardo alla finanziarizzazione, e al modo in cui questa potrebbe sostenere lo sviluppo sostenibile, può supportare questo sforzo.

Società

La finanziarizzazione, ossia la crescita del settore finanziario di un Paese nei confronti della propria economia complessiva, non si è evoluta in modo molto sostenibile, culminando in una crisi finanziaria che ha ostacolato le economie di tutto il mondo. Il progetto FESSUD (Financialisation, economy, society and sustainable development), finanziato dall’UE, ha studiato il modo in cui la finanziarizzazione ha influenzato la crescita economica negli ultimi tre decenni. È stato studiato il modo in cui tale processo ha colpito obiettivi economici, sociali e ambientali, come anche le dinamiche che coinvolgono la finanziarizzazione stessa, lo sviluppo economico, lo sviluppo sostenibile e l’ambiente. Per raggiungere i propri obiettivi, il team del progetto ha studiato i sistemi finanziari di 15 Paesi per la maggior parte europei e ha mappato le diverse traiettorie di finanziarizzazione degli ultimi 30 anni. Sono state mappate le varie cause e conseguenze della crisi finanziaria, le quali si fattorizzano nella regolamentazione del settore finanziario. Ciò ha portato alla formulazione di nuovi approcci alla regolamentazione di questo settore. Il team del progetto ha inoltre condotto confronti incrociati dei processi di finanziarizzazione, delle crisi economiche e dell’impatto sul benessere sociale, il quale comprende pensioni, disuguaglianza, indebitamento e accesso al credito. È importante sottolineare che il team ha documentato le migliori pratiche nei sistemi finanziari che hanno incoraggiato la coesione sociale e il benessere. È stato analizzato il mutevole ruolo dell’UE nella governance finanziaria e monetaria mondiale, così come l’integrazione finanziaria di nuovi Stati membri dell’UE. Una delle aree chiave relative alla ricerca del progetto ha coinvolto il modo in cui la finanziarizzazione ha trascurato la sostenibilità ambientale e sociale, il che documenta i relativi costi, le politiche e le azioni di distribuzione equa dei benefici. In aggiunta, il progetto FESSUD ha studiato la maniera in cui la finanziarizzazione ha portato alla ristrutturazione economica e gli effetti sull’industria, oltre a studiare il finanziamento dell’industria stessa. Sono state analizzate le politiche buone rispetto a quelle cattive per le loro diverse abilità di mitigare gli effetti della crisi finanziaria e aumentare il benessere pubblico. I risultati sono stati diffusi attraverso workshop, conferenze, riviste e on-line, anche tramite il sito Web del progetto. Una delle informative politiche importanti del progetto intitolata “A proposal for voluntary degrowth by redesigning money for sustainability, justice and resilience” è stata pubblicata sul sito web. I risultati del progetto possono senza dubbio aiutare i responsabili delle politiche e il settore finanziario a comprendere come la finanza possa essere d’aiuto alle esigenze economiche, sociali e ambientali.

Parole chiave

Sviluppo sostenibile, finanziarizzazione, FESSUD, governance, ristrutturazione economica

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione