Skip to main content

Innovative Ionic polymers from Natural Sources for Energy&Environment

Article Category

Article available in the folowing languages:

Collaborazioni mondiali per lo studio dei polimeri in ambito di energia e ambiente

I ricercatori hanno rafforzato le collaborazioni nello studio dei polimeri in Europa e nel mondo. Questa nuova rete ha sviluppato materiali versatili per applicazioni nei settori dell’energia e dell’ambiente.

Tecnologie industriali

Al momento non vi sono importanti rapporti di ricerca in tutta Europa, per quanto riguarda lo studio dei liquidi poliionici. Queste partnership comprendono le seguenti organizzazioni di ricerca: Università dei Paesi Baschi (Spagna), Università di Cergy-Pontoise (Francia) e Università di Lisbona (Portogallo). Sono presenti anche organizzazioni extra-UE: Accademia Russa delle Scienze (Russia), Vellore University-VIT (India), Soochow University (Cina) e Università Federale di Rio Grande do Sul (Brasile). L’iniziativa IONRUN (Innovative ionic polymers from natural sources for energy & environment), finanziata dall’UE, è nata con l’obiettivo di rafforzare le partnership mediante scambi di personale e attività di networking tra Europa, Argentina, Brasile, Cina, India e Russia. L’iniziativa ha voluto fornire un supporto per le organizzazioni di ricerca partecipanti attraverso una cooperazione a lungo termine in un programma di ricerca congiunto e coordinato, il quale ha studiato polimeri ionici innovativi. Per sfruttare le competenze complementari dei partecipanti, il progetto IONRUN ha incluso attività di ricerca e di formazione congiunta, workshop, seminari e altre attività di networking. I ricercatori hanno sviluppato innovativi polimeri ionici utilizzando fonti naturali e rinnovabili. Sono stati inoltre progettati e sintetizzati dei catalizzatori ecologici e altri processi di polimerizzazione a basso impatto ambientale. Il team di ricerca ha sviluppato i materiali e li ha testati per applicazioni energetiche e ambientali, come per esempio stoccaggio elettrochimico di energia e depurazione delle acque. I ricercatori del progetto hanno sviluppato nuovi biopolimeri (cholinium), liquidi poliionici intensamente eutettici e nuovi dispositivi elettrocromici completamente a stato solido. In aggiunta, sono state sviluppate membrane ioniche a base liquida e nuovi stabilizzanti per colloidi funzionali. I ricercatori sono stati quindi in grado di studiare questi nuovi polimeri in diversi settori dell’energia e dell’ambiente. Il team ha utilizzato elettroliti polimerici caratterizzati da conduzione di singoli ioni, all’interno di batterie al litio completamente a stato solido, scoprendo che tali dispositivi funzionano in modo eccellente alle basse temperature. Il progetto IONRUN ha sviluppato nuove schiume poliuretaniche dotate di proprietà antimicrobiche, le quali possono essere utilizzate per purificare l’acqua. I ricercatori hanno studiato dei liquidi poliionici innovativi da applicare a diverse tecnologie, quali batterie, supercondensatori e applicazioni ambientali che comprendono membrane per gas, purificazione dell’acqua e tecnologie di cattura della CO2. Il progetto IONRUN ha rafforzato con successo le collaborazioni esistenti tra i partner coinvolti e ha consolidato il futuro di queste partnership. Tali risultati offriranno una ricerca più efficace e produttiva in quanto ai polimeri innovativi e alla loro applicazione. Questa collaborazione ha portato a una maggiore conoscenza dei polimeri ottenuti da fonti naturali, per applicazioni in ambito di energia e ambiente.

Parole chiave

IONRUN, polimeri ionici, energia, ambiente, processi di polimerizzazione

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione