Skip to main content

Education in advanced VR/AR Safety Systems for Maintenance in Extreme Environments

Article Category

Article available in the folowing languages:

Tecnologia della realtà virtuale e aumentata all’avanguardia per la manutenzione pianificata e di emergenza in ambienti estremi

Un’iniziativa UE ha esplorato l’uso della realtà virtuale (RV) e della realtà aumentata (RA); un mix della realtà virtuale e della vita reale, per i sistemi di sicurezza del personale.

Economia digitale
Trasporti e Mobilità
Tecnologie industriali
Ricerca di base

La tecnologia esistente per l’effettuazione della manutenzione in ambienti come lo spazio esterno o le profondità oceaniche ha numerose limitazioni. Queste comprendono notevoli ritardi di tempo nella comunicazione e nella trasmissione di dati, interfacce che considerano più input, e la gestione di numerosi operatori per volta in tali ambienti. Il progetto EDUSAFE (Education in advanced VR/AR safety systems for maintenance in extreme environments), finanziato dall’UE, ha ricercato le caratteristiche, le procedure e gli strumenti delle tecnologie all’avanguardia VR e AR, per lo sviluppo di un sistema di sicurezza del personale. In generale, lo scopo è stato quello di migliorare la sicurezza, mantenere la prontezza, ridurre gli errori al minimo, e ridurre il tempo richiesto per le azioni programmate o inaspettate. Sono stati sviluppati e testati quattro prototipi di un sistema prototipo VR/AR integrato insieme ai controlli associati. È stata progettata, realizzata e testata con successo una telecamera gamma. Questa telecamera leggera, facile da utilizzare e controllata a distanza sovrappone la radiazione gamma rilevata sulla parte superiore dell’ambiente fisico. È stato sviluppato e testato con successo da parte degli utenti un prototipo hardware e software del sistema di supervisione, progettato per garantire un’efficace trasmissione di dati tra gli operatori e i supervisori. Sono anche stati sviluppati e testati due prototipi del sistema della realtà aumentata. Uno utilizzava uno schermo per incrementare le informazioni, mentre il secondo prototipo era legato a display montati sulla testa. I prototipi hanno mostrato un continuo progresso dell’aumento e delle funzionalità e delle capacità di rendering per tutta la durata del progetto. Tra i progressi compiuti più degni di nota, i lassi di tempo dell’algoritmo della visione del computer sono stati diminuiti da 1,5 secondi a 200 millisecondi. Combinando numerose tecnologie nello sviluppo di prototipi, EDUSAFE ha portato alla creazione di un sistema innovativo con capacità VR e AR per il funzionamento in aree pericolose. Diventerà la prima tecnologia del personale a combinare affidabilità, flessibilità, trasferibilità e velocità tutte insieme in un solo sistema.

Parole chiave

Realtà aumentata, ambienti estremi, realtà virtuale, sistemi di sicurezza del personale, EDUSAFE

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione