Skip to main content

Landing Gear Noise Attenuation

Article Category

Article available in the folowing languages:

Aviazione regionale più tranquilla

Il carrello di atterraggio è una delle prime fonti di rumore nei velivoli e sebbene siano stati effettuati numerosi studi in passato, non molti di essi sono stati dedicati ai velivoli regionali a turbopropulsione. Gli obiettivi del progetto sono stati quello di proporre una metodologia per l’analisi del rumore del carrello di atterraggio e di usare il processo identificato per analizzare e progettare soluzioni a bassa rumorosità per un carrello di atterraggio regionale con punta a turbopropulsore.

Tecnologie industriali

L’analogia acustica, che mira a definire un collegamento formale tra funzioni di flusso instabile e fonti acustiche equivalenti nel flusso, fondamentalmente elimina l’abbinamento della propagazione del rumore dalla sua generazione. Ciò consente di separare il processo di soluzione del flusso dall’analisi acustica. L’alternativa, che consiste in un calcolo numerico diretto sia dei campi idrodinamici che acustici, si rivela infatti piuttosto poco pratico a causa dei costi CPU proibitivi, per il rumore del carrello di atterraggio presso i numeri realistici di Reynolds e Mach. A questo scopo, due istituti di ricerca hanno combinato la loro esperienza nella dinamica fluida computazionale (DFC) e nell’acustica computazionale con il finanziamento UE del progetto NOISETTE (Landing gear noise attenuation). Lo scopo è stato quello di offrire una soluzione personalizzata per l’analisi aero-acustica delle configurazioni a bassa rumorosità per un carrello di atterraggio del velivolo regionale. I partner del progetto hanno proposto una metodologia basata sulla combinazione del risolutore CFD Argo all’avanguardia (per l’effettuazione di simulazioni aero-acustiche di alta qualità) e Virtual.Lab (per la previsione della propagazione acustica). Questa metodologia ha il potenziale di consentire grandi innovazioni tecnologiche nella progettazione del carrello di atterraggio rispetto alla generazione minima di rumore e alla previsione di effetti di installazione. Innanzitutto, i partner del progetto hanno effettuato l’analisi aero-acustica di una geometria della linea base progettata da due ditte aerospaziali. Lo scopo è stato quello di offrire la visione più completa dei componenti fondamentali del gruppo del carrello di atterraggio sulle emissioni di rumore. In base ai risultati dell’analisi del rumore, hanno definito due configurazioni a bassa rumorosità come la migliore strategia di riduzione del rumore. Le configurazioni erano in accordo con le limitazioni definite da un centro di ricerca aerospaziale italiano. La prima progettazione di NOISETTE si concentrava sulla parte superiore del carrello di atterraggio in cui uno spoiler si forma mediante la modifica dello sportello anteriore dell’apertura della baia. Nella seconda progettazione, la parte inferiore del carrello di atterraggio è dotata di quattro coperchi per coprire le cavità dei cerchi e di un parabrezza tra le due ruote. Gli effetti ambientali del rumore dei velivoli sono una delle maggiori preoccupazioni riguardo allo sviluppo di aeroporti regionali. La metodologia del progetto avrà senza dubbio un forte impatto sullo sviluppo dell’aviazione regionale sostenibile, raggiungendo gli obiettivi regionali ecologici di configurazioni a basso peso più tranquille.

Parole chiave

Velivolo regionale, carrello di atterraggio, aero-acustica computazionale, configurazioni a bassa rumorosità

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione