CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Bringing INnovation to onGOing water management – A better future under climate change

Italiano IT

Un nuovo approccio alla gestione idrica per contribuire a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici

Tra gli impatti dei cambiamenti climatici figura l’aumento del rischio di forti piogge e siccità estreme, che possono avere effetti devastanti sugli ecosistemi, la qualità dell’acqua e la società. Ecco perché si avverte l’urgente necessità di trovare il modo di mitigare i danni causati da tali eventi atmosferici estremi.

CAMBIAMENTO CLIMATICO E AMBIENTE

© Demetris Lambrou

Il progetto BINGO, finanziato dall’UE, ha sviluppato soluzioni per numerose sfide specificamente connesse al clima per risorse idriche estremamente vulnerabili di importanza strategica. «A chi gestisce le risorse idriche e ad altre parti coinvolte vengono fornite informazioni su specifici scenari climatici a una risoluzione spazio-temporale che si adatti alle loro esigenze specifiche, così da permettere loro di agire a livello locale, regionale ed europeo», afferma la coordinatrice del progetto, Rafaela de Saldanha Matos. I membri del consorzio hanno studiato sei siti di ricerca nell’Europa settentrionale e meridionale che coprono una gamma rappresentativa delle condizioni climatiche e dei cicli dell’acqua su scala locale e regionale in Europa in varie scale temporali. Hanno poi elaborato linee guida per creare e rafforzare una collaborazione reciprocamente vantaggiosa tra ricercatori e parti interessate e affrontato problemi comuni. «Tra questi, le inondazioni e la siccità, la necessità di acqua di qualità e la concorrenza nella domanda di acqua da parte del settore agricolo, dei centri urbani, del turismo e l’esigenza di una sicurezza idrica», spiega Matos.

Un impegno a livello europeo

I partner del progetto hanno sviluppato conoscenze e strumenti per una più efficiente gestione delle risorse idriche in Europa, esemplificati dal portafoglio online delle misure di adattamento ad uso degli utenti finali, dei gestori delle risorse idriche e dei responsabili decisionali e politici interessati dai cambiamenti climatici, così da consentire loro di affrontare in maniera più efficace ogni tipo di proiezione climatica, compresi gli eventi atmosferici estremi. «Per mettere la ricerca al servizio della società, BINGO ha coinvolto singoli agricoltori a Cipro e importanti organizzazioni di gestione delle risorse idriche in Germania, associazioni e autorità competenti per l’irrigazione in Portogallo, fornitori di servizi idrici in Portogallo e Norvegia, oltre a comuni e un’amministrazione metropolitana in Spagna», spiega Matos. Nei Paesi Bassi sono state studiate l’umidità del suolo e la protezione della fauna selvatica, progettando e installando attrezzature di campo specifiche per le misurazioni in loco. Cipro ha utilizzato la stessa metodologia e le stesse attrezzature per meglio valutare la siccità. Osserva Matos: «Questi esempi riflettono la ricca varietà di climi, usi del suolo, identità, quadri giuridici e istituzionali, organizzazioni e livelli di coinvolgimento all’interno del progetto. Tutti hanno acquisito nuove informazioni, conoscenze e preparazione per il futuro».

I benefici includono la trasferibilità e una migliore comunicazione

Uno dei maggiori punti di forza del progetto BINGO è la sua trasferibilità in altri campi, grazie al coinvolgimento di parti interessate provenienti da diversi settori. «Che si tratti di un ricercatore interessato a dati o metodologie, di un decisore politico alla ricerca di supporto al processo decisionale, di personale tecnico per la gestione o la fornitura delle risorse idriche o dell’agricoltura che cerca di capire come pianificare il futuro, o anche semplicemente se si è preoccupati degli impatti dei cambiamenti climatici sulle risorse idriche nel proprio comune, le conoscenze scaturite dal progetto potranno fornire un valido supporto», commenta Matos. BINGO ha contribuito significativamente a migliorare la comunicazione tra ricercatori e non ricercatori e ad aumentare la consapevolezza sugli effetti dei cambiamenti climatici su inondazioni e siccità, attraverso l’organizzazione di numerosi eventi rivolti al pubblico in generale e a una diffusione a livello globale dei risultati del progetto. «Abbiamo creato un nuovo approccio globale per affrontare l’azione per il clima e la gestione del ciclo idrologico integrato che può essere seguito da altri in Europa e in tutto il mondo. Abbiamo inoltre fornito linee guida per rafforzare una collaborazione reciprocamente vantaggiosa tra ricercatori e parti interessate», conclude Matos.

Parole chiave

BINGO, cambiamenti climatici, ciclo idrologico, siccità, inondazioni, strumento, evento atmosferico estremo

Informazioni relative al progetto

ID dell’accordo di sovvenzione: 641739

Stato

Progetto concluso

  • Data di avvio

    1 Luglio 2015

  • Data di completamento

    30 Settembre 2019

Finanziato da:

H2020-EU.3.5.4.

  • Bilancio complessivo:

    € 7 822 422,50

  • Contributo UE

    € 7 822 422,50

Coordinato da:

LABORATORIO NACIONAL DE ENGENHARIA CIVIL