Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una nuova era nell’energia sostenibile

Il paesaggio energetico si sta allontanando dai combustibili fossili dirigendosi verso fonti di elettricità più sostenibili e da monopoli integrati verticalmente verso mercati disaggregati e competitivi. I mercati energetici sono stati storicamente progettati attorno a fonti centralizzate; la generazione di energia rinnovabile, tuttavia, richiede un approccio differente che integri differenti fonti decentralizzate, lo stoccaggio dell’energia e che rafforzi i collegamenti con il lato della domanda.

Energia

La liberalizzazione del mercato dell’elettricità ha incrementato la competitività e l’efficienza in termini di costi della produzione di energia in molti paesi dell’UE, riducendo in tal modo i prezzi dell’elettricità. Gli aggregatori dell’energia rinnovabile fungono da facilitatori tra la domanda e l’offerta nel mercato dell’elettricità portando la produzione e il consumo su piccola scala nel mercato all’ingrosso, convenzionalmente accessibile solo a produttori e consumatori di dimensioni molto elevate. Per effettuare tale compito, essi aggregano piccole unità di generazione e produzione e sviluppano servizi energetici per scopi industriali, commerciali o domestici. L’aggregazione delle fonti di elettricità distribuite contribuisce a un settore dell’energia rinnovabile più competitivo. Modelli aziendali dell’energia rinnovabile Il progetto BestRES, finanziato dall’UE, ha studiato gli attuali ostacoli del mercato e ha suggerito dei modi per migliorare il ruolo degli aggregatori dell’energia rinnovabile per il futuro. Il progetto ha coinvolto 11 organizzazioni partner, attive in 9 paesi europei. La coordinatrice del progetto Silvia Caneva spiega: «Volevamo applicare le migliori pratiche già testate in vari paesi europei al fine di promuovere l’integrazione dell’energia rinnovabile nel mercato». A questo scopo, i partner hanno identificato, controllato e ottimizzato 13 modelli aziendali pionieristici, 8 dei quali sono stati applicati in condizioni reali in Austria, Belgio, Germania, Italia, Portogallo e Regno Unito. Questi modelli consentono agli aggregatori di energia di prendere parte con successo al mercato mediante la combinazione di fornitura di energia rinnovabile, accumulo dell’energia, domanda flessibile e tecnologie TIC in un prodotto sostenibile dal punto di vista commerciale. Allo stesso tempo, il progetto ha identificato i benefici tecnici, commerciali, ambientali e sociali oltre che le barriere legali e normative che impediscono un’implementazione di successo. Il modello britannico ha modificato il comportamento del consumo di elettricità nelle abitazioni mediante un dispositivo domestico intelligente connesso a un’applicazione mobile che mostra il consumo di energia e il costo di ciascun elettrodomestico. L’implementazione ha portato a un beneficio del 2 % nelle bollette energetiche e il modello ha anche dimostrato il potenziale coinvolgimento e l’interazione diretta dei clienti mediante un’applicazione mobile. In Austria, BestRES ha esaminato il potenziale energetico della messa in funzione di impianti fotovoltaici su edifici condominiali e in che modo possono essere sfruttati al massimo. Gli impianti fotovoltaici hanno offerto un valore economico incrementato e la possibilità di scambiare energia solare tra gli appartamenti, riducendo così ulteriormente i costi e gli addebiti per la fornitura di elettricità. In Belgio, lo scambio commerciale di fonti elettriche dipendenti dalle condizioni atmosferiche, quali FV solare ed energia eolica, nei diversi mercati dell’energia ha avuto grande successo. Le fonti di energia rinnovabile hanno dimostrato di rappresentare alternative competitive, portando a una notevole espansione della capacità. Inoltre è stata migliorata la precisione delle previsioni relative a vento e radiazione solare, incrementando così la fiducia dei clienti. Verso un futuro a energia rinnovabile «Il principale messaggio che vorremmo lanciare è che l’aggregazione dell’energia rinnovabile definisce nuove opportunità per la partecipazione attiva dei consumatori europei nelle questioni relative all’elettricità», sottolinea Caneva. BestRES ha aumentato la consapevolezza energetica attraverso modelli che adottano tariffe speciali e ha inoltre promosso la realizzazione di centrali elettriche virtuali a partire da unità al 100 % a energia rinnovabile. Gli aggregatori definiscono una nuova era per le fonti energetiche rinnovabili, aprendo percorsi verso nuovi mercati e servizi per l’energia rinnovabile decentralizzata. Ma soprattutto, la flessibilità è il fattore chiave per garantire l’adattamento del sistema energetico alla produzione decentralizzata di energia e alla regionalizzazione del settore dell’elettricità. Utilizzando l’esperienza acquisita durante il progetto, i partner di BestRES hanno stilato una serie di raccomandazioni al fine di supportare strategie future e di facilitare la transizione verso fonti energetiche più pulite. Caneva sottolinea anche l’importanza della «legislazione europea attuale e futura per la realizzazione senza interruzioni dell’aggregazione dell’energia rinnovabile in tutta Europa». Senza dubbio, dovremmo continuare a incoraggiare gli investimenti nel settore dell’energia rinnovabile in quanto rappresenta un approccio più rispettoso dell’ambiente.

Parole chiave

BestRES, energia rinnovabile, elettricità, aggregatore dell’energia, energia sostenibile, modello aziendale, fotovoltaico, produzione di elettricità decentralizzata

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione