Skip to main content

Games Of Active Life

Article Category

Article available in the folowing languages:

Ludicizzare stili di vita più sani

È stato detto che la sanità si occupa generalmente di rispondere alle malattie. Se questo deve cambiare, le persone dovranno assumersi maggiori responsabilità per la propria salute. Il progetto GOAL fornisce una tecnologia che offre supporto pratico e motivazionale.

Società

Il progetto GOAL, finanziato dall’UE, ha sviluppato una gamma di giochi e applicazioni progettati per aiutare e motivare le persone a migliorare o mantenere stili di vita socialmente impegnati e attivi a livello fisico e cognitivo, disponibili tramite app mobile e web. Gli utenti scelgono di assumere il ruolo di «realizzatore», cercando di migliorare o mantenere il proprio stile di vita, o di «sostenitore», supportando gli altri nei loro sforzi. Il sistema è progettato per sfumare i confini tra i due ruoli quanto più viene utilizzato, con i realizzatori sollecitati a prendersi cura degli altri e i sostenitori incoraggiati ad affrontare i propri stili di vita.

L’«ecosistema» GOAL

GOAL modella i profili degli utenti in base all’attività e ai risultati passati, nonché ai dati su età, genere e peso. Ciò consente al sistema di generare «obiettivi» cognitivi e fisici personalizzati. La piattaforma gestisce anche «incarichi» creati per gli utenti dai loro colleghi al fine di incoraggiare l’interazione sociale, come fare acquisti per qualcuno o fargli visita. Gli utenti interagiscono con le funzionalità della piattaforma tramite un’API (interfaccia per programmi applicativi) appositamente progettata. Al centro del coinvolgimento degli utenti ci sono le applicazioni e i giochi, quali il gioco di strategia World of Kingdoms, appositamente creati per GOAL o disponibili esternamente e collegabili alla piattaforma tramite l’API. Una volta connesso, il gioco ha accesso alle attività fisiche, agli obiettivi e agli incarichi degli utenti nonché ai loro progressi. L’API consente ai giochi di segnalare i punteggi degli utenti, ad esempio in giochi che affrontano diverse funzioni cognitive (come memoria, conoscenza generale o ragionamento), per aggiornare i loro risultati sulla piattaforma GOAL. «Sia i giocatori che gli sviluppatori di giochi traggono vantaggio da questa interazione. I giochi sono classificati in base alle funzioni cognitive che supportano: di conseguenza i giocatori possono monitorare i loro progressi in queste categorie. Gli sviluppatori di giochi ottengono l’accesso ai risultati fisici e cognitivi dei giocatori, il che consente loro di costruire un tipo di gioco completamente diverso, come i cosiddetti “exergames”, più legati al mondo fisico e quindi più coinvolgenti e utili», afferma il dott. Aristodemos Pnevmatikakis, coordinatore tecnico di GOAL. L’attività fisica degli utenti viene misurata e caratterizzata impiegando sensori per smartphone o tracker di attività dedicati (come Fitbits) ed elaborando poi i dati in arrivo tramite algoritmi appositamente progettati, che aggiornano i profili degli utenti. Per aver compiuto progressi verso i loro obiettivi e incarichi, gli utenti vengono premiati in monete GOAL che possono spendere per premiare altri oppure all’interno dei giochi stessi, ad esempio per sbloccare funzioni vantaggiose.

Ampliare i vantaggi della ludicizzazione

Il gruppo responsabile di GOAL ha eseguito quattro cicli di valutazioni della tecnologia, testandola con un pubblico progressivamente più ampio, a partire da partecipanti informati sulla tecnologia (reclutati da un partner che esegue abitualmente queste valutazioni) fino al grande pubblico. La piattaforma e le app associate sono state aggiornate in base al riscontro. La piattaforma GOAL è ora disponibile gratuitamente per il pubblico tramite l’API. Inoltre, gli sviluppatori interessati possono contattare il gruppo responsabile del progetto per ottenere la chiave API gratuita e poi espanderne e aggiornarne le funzionalità e il portafoglio di applicazioni e giochi. Il gruppo prevede che la tecnologia sarà gestita da un’azienda verso la fine di quest’anno. In seguito a ulteriori lavori volti a migliorare l’esperienza dell’utente, ottimizzare il consumo della batteria e perfezionare la funzionalità generale, subito dopo è attesa anche la presentazione sul mercato. «Se tutto va bene, alla fine dell’anno una compagnia di assicurazioni sarà il nostro primo cliente», afferma il dott. Pnevmatikakis.

Parole chiave

GOAL, ludicizzare, sano, attivo, fisico, cognitivo, API, stile di vita

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione