Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

La catalogazione elettronica conduce le biblioteche al futuro

La standardizzazione dei servizi bibliografici elettronici per migliorare l'efficienza, l'efficacia e l'accessibilità della ricerca rappresenta un utile ed ambizioso obbiettivo, soprattutto se rapportato alle risorse, sia economiche che in termini di tempo, impiegate da privati e aziende nella raccolta di informazioni.

Economia digitale

MARC, l'acronimo di MAchine Readable Cataloguing (catalogazione a lettura ottica) rappresenta la prossima generazione di piattaforme linguistiche sviluppate per affrontare specifiche difficoltà funzionali nell'accesso elettronico a database e cataloghi bibliografici. Questo sistema è stato adottato dalla IFLAI, la federazione internazionale che raccoglie le associazioni di biblioteche e simili, per fornire assistenza nella standardizzazione e integrazione dei servizi offerti, con l'obbiettivo di realizzare la digitalizzazione e la messa in rete del patrimonio librario in un formato universalmente compatibile, a prescindere dalle differenze di catalogazione nelle strutture di dati preesistenti. Poiché la maggior parte delle biblioteche offre servizi identici, e visto che MARC è principalmente orientato al servizio, l'esistenza di una piattaforma di scambio compatibile rappresenta un ottimo investimento dal punto di vista economico e può offrire un elevato livello di funzionalità agli utenti. Non solo, specializzandosi nello scambio delle informazioni, MARC permette di offrire agli utenti in cerca di informazioni la possibilità di eseguire pagamenti on-line con tutta la facilità e la sicurezza che questo tipo di servizi richiede. La possibilità di gestire ordini, prestiti fra biblioteche e l'invio di documenti elettronici fa di MARC un programma dal raggio d'applicazione davvero esteso. Basato, anche se non esclusivamente, sui sistemi Z39.50 e OPAC utilizzati in passato dai professionisti della raccolta dati, MARC rivoluziona il mondo digitale grazie alle sue applet sofisticate di tag euristiche ed etichettazione a meta-dati, semplificando la ricerca, il controllo, l'aggiornamento, la catalogazione, la copia, il reperimento e il recupero di informazioni in formato elettronico. Grazie alla sua adattabilità, MARC consentirà anche a tutte le fonti di informazioni, quali musei, istituti di ricerca, domini pubblici, di fornire, archiviare e utilizzare i dati presenti nella rete. La molteplicità dei formati ha sempre pregiudicato l'efficacia dei sistemi informativi in rete. Molto spesso, infatti, le informazioni dovevano essere convertite in un formato "leggibile". Con l'arrivo di questo sistema nel mondo dei media elettronici, i problemi di compatibilità sono stati semplicemente eliminati. MARC è infatti in grado di integrare in maniera trasparente i criteri di ricerca su formati standard, quali HTML, XML, SGML, MPEG, JPEG, PDF, TXT e GIF, più congeniali alle interfacce attualmente esistenti, rendendo quindi l'intero sistema più accessibile e facile da utilizzare per il pubblico generale. MARC offrirà non solo maggiore incisività alle biblioteche e agli altri fornitori di informazioni, ma grazie al suo potenziale e alla sua semplicità d'utilizzo, contribuirà a rendere più efficace la ricerca in generale.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione