Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Protezione della proprietà intellettuale mediante filigrane digitali

Per molte aziende, Internet ha aperto vaste prospettive di crescita ma ha anche portato alla luce una serie di importanti problematiche relative a questioni di copyright. Quando la pirateria richiede solo alcuni clic del mouse, i diritti della proprietà intellettuale sono in pericolo.

Economia digitale

Per proteggere dalla pirateria contenuti oggetto di copyright, il progetto OCTALIS si propone di sviluppare un sistema di protezione integrato e crittografato che consente la marcatura con filigrane digitali, l'identificazione e il monitoraggio di contenuti coperti da diritti di autore. Questo progetto aveva come obiettivo principale la creazione di un sistema in grado di integrare in un approccio globale l'accesso equo e controllato ai contenuti informativi con un efficiente schema di protezione della proprietà intellettuale, dimostrandone quindi la validità con prove su vasta scala. Mediante Internet, l'utente può, in teoria, cercare immagini audiovisive o fotografiche, selezionare l'immagine desiderata e accedere al sistema di intermediazione di OCTALIS per acquistare i contenuti trovati, il tutto utilizzando i protocolli standard TCP/IP. Lo scambio dei contenuti è reso sicuro grazie all'incorporazione di varie tecnologie di controllo degli accessi fra cui autenticazione, crittografia e controlli di integrità. Per permettere il legittimo trasferimento di dati su server sicuri mediante l'utilizzo di carte intelligenti e terze parti fidate, il sistema OCTALIS prevede l'inserimento di filigrane digitali in immagini fisse o flussi di video. A questo scopo, è stato sviluppato un algoritmo migliorato, in grado di generare tre tipi di filigrana elettronica di sicurezza, sulla scorta di ricerche di mercato realizzate da Thompson CSF Communications. La prima filigrana è segreta (W1), e serve a proteggere i diritti di proprietà internazionale. La seconda filigrana è visibile (Wpub) e ha lo scopo di autenticare i dati. La terza filigrana è segreta (W2) e consente il monitoraggio dei contenuti. Le prime due filigrane sono inserite presso il produttore, mentre la terza è inserita presso il fornitore, per rintracciarne l'ubicazione. La filigrana può essere incorporata sia in flussi a bit alto (64 bit) che a bit basso (32 bit) e permette la protezione del copyright, sia di immagini fisse che di contenuti audio e video. Non solo, l'algoritmo può essere incorporato e riletto in tempo reale con segnali video MPEG-2 fino a 2 270Mb/s. OCTALIS ha quindi contribuito in maniera significativa alla standardizzazione delle funzioni di sicurezza dei trasferimenti di dati e, in relazione con altri progetti europei quali TALISMAN e OKAPI, sta strutturando un sistema di intermediazione che si prefigge di garantire i diritti di proprietà dei contenuti, e offrire ad aziende e privati nuove maniere sicure per la distribuzione dei propri materiali. Per maggiori informazioni, rivolgersi a: http://www.prosoma.lu/cgi-bin/show_new.py?id=5722&page=description

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione