Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Social network, fondi speculativi e rischi

I fondi speculativi gestiscono asset del valore di miliardi di euro, ma rimangono di natura privata e hanno una documentazione scarsa. Uno studio finanziato dall'UE ha analizzato il rapporto tra social network, assunzione dei rischi e rendimento in un ambiente unico.

Cambiamento climatico e Ambiente

Il consorzio di ricerca ha valutato i rischi caratteristici nel settore dei fondi speculativi studiando gli attributi singoli, i social network e le percezioni dei principali attori coinvolti. I ricercatori hanno inoltre esaminato la letteratura e condotto interviste con i principali protagonisti dell'industria per comprendere meglio il settore. Sono stati condotti colloqui con le principali banche per gli investimenti e altri istituti, compresi broker, manager di fondi, analisti degli investimenti e autorità di regolamentazione. A seguito di un esame dettagliato della letteratura, ora i ricercatori possono apprezzare meglio il rapporto tra reti, assunzione dei rischi e rendimento. Tra i vantaggi vi è un maggiore accesso a risorse e dati, ma uno svantaggio può essere un sovraccarico di informazioni, che può influire sul rendimento di quei centri e di quelle reti. Un attore al centro di una rete può essere più potente e in grado di assumere rischi. Ma gli attori potenti potrebbero essere restii ad assumere dei rischi perché hanno di più da perdere. I risultati del progetto SNIR (Social networks and idiosyncratic risk in the hedge funds industry) offriranno informazioni preziose per l'UE e per le autorità di regolamentazione nazionali che desiderano regolare ulteriormente le attività dei fondi speculativi.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione