Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

La ricerca croata mira all'integrazione europea

La creazione di una rete per la mobilità dei ricercatori croati ha contribuito ad attrarre ricercatori di qualità in Croazia e ha sostenuto l''integrazione del paese nello Spazio europeo della ricerca (SER).

Economia digitale

La Croazia sarà presto un membro a pieno titolo dell''Unione europea. In attesa di quel momento, sta cercando di armonizzare i propri sistemi e di allinearli alle norme dell''UE. Uno sforzo in questa direzione è stato il progetto HR-MOB ("Croatian researchers'' mobility network"), finanziato dall''UE, che ha aiutato ad aprire al mondo l''ambiente della ricerca in Croazia. Nell''intraprendere tale missione ambiziosa, i partner del progetto hanno riunito istituti di ricerca, università, agenzie governative e imprese in un''unica rete per promuovere la mobilità dei ricercatori. In effetti, la rete ha creato nove punti di contatto presso università pubbliche e istituti di ricerca che hanno agevolato le visite di formazione all''estero per i ricercatori croati. Inoltre, ha aiutato i ricercatori a risolvere questioni legali e amministrative, quali ottenere visti, permessi di lavoro e di soggiorno, e accedere ai servizi sanitari e di sicurezza sociale. Le raccomandazioni pratiche per affrontare queste questioni sono state pubblicate in diverse forme, come ad esempio un libro dal titolo "A foreign researcher''s guide to Croatia" (Guida del ricercatore straniero in Croazia), pubblicato in inglese. Un''altra pubblicazione degna di nota è il manuale della mobilità, redatto in croato, per sostenere gli istituti di ricerca e sviluppo (R&S) del paese. Inoltre, informazioni pratiche per l''ambiente della ricerca nel paese è stato messo sul dinamico sito web EURAXESS dell''UE (http://www.euraxess.hr/sitegenius/index.php). In parallelo, il team del progetto ha partecipato a workshop e sessioni di formazione in tutto il paese per affrontare i problemi dei ricercatori, quali la sicurezza sociale, l''imposizione fiscale, gli stipendi e le procedure di lavoro. Questo ha contribuito a incoraggiare i ricercatori del paese a esplorare opportunità di collaborazione a livello mondiale e superare gli ostacoli in questo senso. I principali risultati positivi del progetto sono l''incoraggiamento dell''afflusso di ricercatori verso la Croazia e la valorizzazione dei ricercatori in uscita. Ciò ha migliorato le condizioni di lavoro per i ricercatori nel paese e ha aiutato il paese a integrarsi nel SER. Quando la Croazia entrerà a far parte dell''UE, il suo ambiente di ricerca sarà molto più vicino al livello richiesto. Si tratta di un risultato significativo per stimolare l''innovazione e l''industria.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione