Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Valutazione di test di diagnosi delle encefalopatie spongiformi trasmissibili nei bovini

La Commissione europea, DG XXIV, ha pubblicato un invito a manifestare interesse, aperto anche agli istituti degli Stati non membri dell'UE, a partecipare ad un programma di valutazione di test di diagnosi delle encefalopatie spongiformi trasmissibili nei bovini. Si svolgerà ...

La Commissione europea, DG XXIV, ha pubblicato un invito a manifestare interesse, aperto anche agli istituti degli Stati non membri dell'UE, a partecipare ad un programma di valutazione di test di diagnosi delle encefalopatie spongiformi trasmissibili nei bovini. Si svolgerà un primo programma di valutazione, con inizio appena possibile dopo la scadenza del presente invito. Tuttavia, il programma di valutazione potrebbe essere annullato o ritardato qualora non fosse possibile ottenere, in tempo debito e in quantità sufficienti, campioni di tessuti e materiali di prova adeguati. La Commissione europea è consapevole del fatto che test rapidi post mortem per la diagnosi dell'ESB hanno raggiunto stadi avanzati di sviluppo in numerosi laboratori. Per via dell'utilità potenziale di tali test e dell'urgenza della situazione, la Commissione europea auspica l'inizio di prove volte a determinare le possibilità di impiego di tali test. Queste prove si concentreranno principalmente sulla determinazione di sensibilità e di specificità dei test con campioni positivi e negativi. Il risultato potrebbe contribuire all'approvazione del test per impiego nell'Unione europea. Gli obiettivi dell'invito sono l'individuazione, selezione e valutazione di test prodotti da istituzioni private e pubbliche, nonché da entità con capacità giuridica e singoli individui, atti ad essere inclusi in un programma di valutazione di test di diagnosi delle encefalopatie spongiformi trasmissibili nei bovini. Tali test o metodi devono essere in fase operativa di sviluppo (ricerche preliminari sostanzialmente concluse), poter essere prodotti industrialmente e fornire almeno informazioni affidabili su presenza o assenza dell'infettività da EST in animali bovini (mediante test in vivo oppure post mortem). Laboratori di ricerca e istituzioni private e pubbliche che dichiarino di possedere un test siffatto e siano disposti a partecipare al programma di valutazione sono invitati a manifestare il proprio interesse ed a presentare un fascicolo tecnico a supporto delle loro dichiarazioni. Per maggiori informazioni e per richiedere il capitolato d'appalto, contattare: Commissione europea DG XXIV - Politica dei consumatori Sig. P. Wagstaffe Unità B/3 232 rue Belliard B-1049 Bruxelles Fax +32-2-2996299.