Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Premiati i migliori giovani scienziati europei a Varsavia

Quattro giovani scienziati, provenienti dal Portogallo e dalla Repubblica ceca, si sono aggiudicati i tre primi premi del 26º concorso per giovani scienziati dell'Unione europea (EUCYS), assegnati la scorsa settimana a Varsavia.

I tre primi premi, di 7 000 euro ciascuno, sono stati assegnati a João Pedro Estácio Gaspar Gonçalves de Araújo, del Portogallo, per "una caratterizzazione naturale dei semilattici di nastri rettangolari e gruppi di esponente due", a Mariana De Pinho Garcia e Matilde Gonçalves Moreira da Silva, del Portogallo, per "Lumache intelligenti" e a Luboš Vozdecký, della Repubblica ceca, per "Attrito volvente". Al secondo e terzo posto si sono classificate squadre di giovani ricercatori provenienti da Irlanda, Bulgaria, Slovenia, Lituania, Regno Unito e Germania, ricevendo premi di 5 000 e 3 500 euro, rispettivamente.I vincitori sono stati annunciati dopo un'intensa settimana di 77 presentazioni di progetti tenute da 110 ricercatori provenienti da 36 paesi. La concorrenza era inevitabilmente dura, dato che tutti avevano già vinto il concorso per giovani scienziati del loro rispettivo paese. I progetti riguardavano una vasta gamma di argomenti scientifici, dalla biologia, fisica e chimica, all'ambiente, matematica, materiali, ingegneria e medicina. Oltre al primo, secondo e terzo premio, la giuria - presieduta da Dr Henrik Aronsson e composta da 18 scienziati internazionali - ha selezionato una serie di progetti per i premi speciali Honorary Awards. I giovani scienziati selezionati parteciperanno alla cerimonia del Premio Nobel 2014 e incontreranno i vincitori del Premio Nobel, o parteciperanno al London International Youth Science Forum 2015. Una selezione di 30 premi speciali, donati da organizzazioni quali il Centro comune di ricerca (JRC) e il CERN e da aziende come INTEL e Samsung, sono stati assegnati ai rispettivi vincitori. Lanciato nel 1989, nel corso degli ultimi 26 anni il premio EUCYS si guadagnato la reputazione di individuare le star della scienza del futuro. I vincitori del passato hanno perseguito prestigiose carriere nel campo della ricerca, ad esempio presso l'Agenzia spaziale europea o il CERN. Il professor Martin Hairer, uno dei vincitori dell'edizione del 1991, è stato quest'anno insignito del Fields Medal, il più presigioso riconoscimento per la matematica, per il suo lavoro sui sistemi casuali. Lina Tomasella dell'Italia, che ha vinto il primo premio nel 1989, lavora attualmente come ricercatrice presso l'Istituto nazionale di astrofisica, a Padova, ed è membro della giuria EUCYS dal 2012. La settimana scorsa, i vincitori del concorso 2013 Ciara Judge, Emer Hickey e Sophie Healy, hanno vinto il gran premio del Google Science Fair in California. EUCYS, che ha visto 2 561 partecipazioni dal 1989, cerca di sostenere i giovani dei paesi partecipanti che sono interessati alla scienza, la tecnologia, l'ingegneria e la matematica, incoraggiandoli ad intraprendere una carriera nel campo della scienza e della ricerca. Il numero di giovani scienziati è cresciuto dai 59 della prima edizione del 1989, ai 110 di quest'anno. Il record sono stati i 137 concorrenti nel 2009 a Parigi. Per quanto riguarda l'equilibrio di genere, quest'anno il 37 % dei partecipanti erano donne. La partecipazione femminile a EUCYS di solito si aggira tra il 30 - 35 %, raggiungendo un massimo del 41 % nel 2005. Negli ultimi 26 anni hanno vinto il premio 183 giovani donne e 614 giovani uomini. Per maggiori informazioni, visitare: http://eucys2014.pl/

Paesi

Polonia