Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Imprenditori influenti discutono le sfide delle start up nel campo delle TIC

La crema della scena imprenditoriale TIC europea ha partecipato al recente Digital Action Day per parlare delle sfide che devono affrontare le start up di web e app.

Quali sono esattamente le difficoltà degli imprenditori del settore delle TIC che desiderano portare avanti l'economia del web e delle app in Europa. I dirigenti di alcune delle nostre più innovative e influenti startup, da TransferWise ai creatori di Candy Crush e Angry Birds, si sono riuniti a Bruxelles il mese scorso in occasione del Digital Action Day per discutere la questione. Mercato unico digitale Una questione sollevata diverse volte nel corso di questa giornata è stata il mercato unico digitale. O per essere più precisi, la mancanza di un mercato unico digitale. Come ha osservato Alberto Onetti di Mind the Bridge "Abbiamo l'illusione di avere un mercato unico. La priorità è farlo diventare realtà, con leggi e regolamenti unici". Martin Mignot, di Principal Index Ventures, ha fatto eco a questo senso di insoddisfazione: "Bisogna fondare una società in ogni paese e rispettare le leggi sul lavoro locali ... Se si potesse avere una sola struttura aziendale e una sola legge sul lavoro e creare un mercato singolo per il lavoro, sarebbe molto importante per una nuova fase della tecnologia". "La formazione imprenditoriale dovrebbe cominciare alla scuola materna" Non si tratta solo di denaro e neanche del sostegno da parte dello stato. Secondo Peter Vesterbacka di Rovio, i creatori di Angry Birds, deve esserci la volontà da parte degli stessi innovatori e l'istruzione è fondamentale a questo fine. "In Finlandia non è stato né lo stato né l'UE a dirci "ragazzi, dovreste creare più start up". Deve partire dalle persone. Se non si hanno attività alla base non si arriverà da nessuna parte ... Non è una cosa che viene dall'alto. Sono le persone che devono farlo. È come il vecchio detto "se un uomo ha fame non regalargli un pesce ma insegnagli a pescare". Cerca di organizzare più incontri con le persone e più condivisione di informazioni. Riunisci le start up e i loro fondatori. Si tratta di condividere più informazioni e di avere una migliore istruzione". Vesterbacka ha anche sottolineato l'importanza di incoraggiare una mentalità imprenditoriale sin dall'infanzia. Ha osservato: "È importante cominciare presto – dovremmo avere una formazione imprenditoriale sin dalla scuola materna. La metà degli alunni delle scuole superiori in Finlandia ricevono una formazione imprenditoriale. Dobbiamo introdurre i bambini a questo modo di pensare il più presto possibile. Una mentalità imprenditoriale è importante per tutto quello che si fa. Prima si comincia meglio è". La collaborazione è la chiave Jérôme Zois, Business Developer di Palantir Technologies, ha insistito sull'importanza della collaborazione tra grandi aziende, stato e start up. Ha osservato: "La cultura è cambiata e non consiste più nel pensare che lo stato sia cattivo, le grandi società malvagie e le start up buone. È importante avere un collegamento tra le grandi società e le start up. L'intervento dello stato può risolvere inefficienze di mercato insieme alle start up. Smettiamola di frammentare". Fare spazio a prove ed errori Dobbiamo essere pronti anche a un alto tasso di fallimento per vedere il vero successo, come ha osservato Simon Schaefer di Factory Berlin, un campus per fondatori e innovatori: "Le start up sono una cosa completamente diversa rispetto alle aziende che le hanno precedute. Abbiamo bisogno di circa 20 000 nuove start up l'anno perché 100 di esse abbiano successo". Lars co-fondatore di King che ha creato il fenomeno internazionale di Candy Crush ha insistito anche che deve essere più facile per le start up provare e fallire. Afferma "Dobbiamo rendere la fase iniziale delle start up molto, molto facile in modo che non ci siano ostacoli e che non sia difficile chiuderle". Abbiamo bisogno di modelli di ruolo Jérôme Zois ha aggiunto che è importante ascoltare modelli di ruolo che parlano delle loro esperienze. Ha osservato "Eventi come questo sono importantissimi. Una cosa che ci manca sono i modelli di ruolo – abbiamo aziende fantastiche qui in Europa. Se riuscite a identificare chi incarna questi ideali nella vostra comunità, potete celebrarne il successo. Ci sono imprenditori là fuori che potrebbero influenzare altre persone. In Lussemburgo, gli imprenditori di successo hanno trasformato il parlare del loro successo in una professione". Per maggiori informazioni, visitare: http://ec.europa.eu/digital-agenda/en/dad14eu

Paesi

Belgio