Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Soluzione luminosa per proteggere gli affreschi della Cappella Sistina

Ricercatori finanziati dall'UE hanno dimostrato come l'illuminazione a LED rappresenti una soluzione conveniente per proteggere le opere d'arte esposte nei musei e in altri luoghi pubblici.

Gli affreschi della volta della Cappella Sistina di Michelangelo in Vaticano hanno acquisito una nuova luce grazie all'illuminazione con diodi fotoemettitori (LED). Il nuovo impianto di illuminazione sviluppato dal progetto LED4ART, finanziato dall'UE, permette ai visitatori di apprezzare meglio gli affreschi, proteggendo al contempo le opere d'arte da eventuali danni e consumando molto meno elettricità delle sorgenti luminose tradizionali. Questo impianto dimostrativo mostra come i musei e le gallerie possono installare soluzioni luminose flessibili ed efficaci, che sono anche notevolmente efficienti in termini di risparmio energetico. Sostituendo l'esistente impianto d'illuminazione della Cappella Sistina con l'ultimissima tecnologia LED, i partner del progetto sono riusciti ad ottenere un risparmio energetico del 90 %. I LED basati su semiconduttori inorganici sono incredibilmente efficienti e rappresentano un'alternativa più ecocompatibile rispetto agli impianti d'illuminazione tradizionali, in quanto non contengono mercurio, durano più a lungo e potrebbero permettere all'Europa un notevole risparmio energetico se introdotti su larga scala. Passando all'illuminazione a LED, l'Europa potrebbe ridurre le emissioni di anidride carbonica dall'utilizzo di energia elettrica fino al 50 % in soli 20 anni. Il passaggio rappresenta uno dei modi più economici e semplici per affrontare il riscaldamento globale utilizzando una tecnologia esistente e contribuirebbe significativamente alla riduzione del CO2 a livello europeo. LED4ART presentava ovviamente anche un aspetto importante per la conservazione. Il progetto intendeva dimostrare come l'illuminazione a LED potrebbe svolgere un ruolo importante nella protezione delle opere d'arte, poiché è più delicata delle altre forme ti luce artificiale. Al tempo stesso, i LED offrono livelli d'illuminazione straordinari, garantendo che le opere possano essere pienamente apprezzate dai visitatori. È per questo motivo che per l'applicazione di LED4ART è stata scelta la Cappella Sistina in Vaticano. La cappella riceve milioni di visitatori ogni anno ed è famosa in tutto il mondo per i suoi affreschi quattrocenteschi di Botticelli, di Perugino e di Ghirlandaio, e per la magnifica volta dipinta da Michelangelo. Per decenni la luce ultravioletta ha affievolito i colori di questi dipinti secolari, era quindi necessaria una soluzione pratica che permettesse alle persone di godere degli affreschi in un ambiente più protettivo. La soluzione era di passare dalle lampadine convenzionali all'illuminazione della cappella con i LED. Il progetto LED4ART ha installato 7 000 LED, nascosti sotto il marcapiano che attraversa la cappella. Lo spettro dei colori di ogni punto luce è stato adattato per garantire che la luce emessa risulti il più simile possibile alla luce naturale; non sono presenti blu o rossi eccessivi che potrebbero distorcere la visione. L'impianto a LED assicura un'illuminazione uniforme di tutte le parti dei dipinti e quindi un'ottima visione degli affreschi nella loro totalità. La flessibilità dell'impianto significa che ogni punto luce può essere adattato per creare l'impressione che la cappella sia continuamente immersa nella luce naturale. La riuscita di questo progetto di dimostrazione dovrebbe portare a ulteriori studi sull'illuminazione a LED in altri musei e luoghi pubblici. LED4ART è stato avviato a gennaio 2012 e dovrebbe concludersi il 31 dicembre 2014. Il progetto ha ricevuto 867 000 euro di finanziamenti dall'UE. Per ulteriori informazioni, visitare: LED4ART http://www.led4art.eu/

Paesi

Germania

Articoli correlati