Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Coordinare il turnaround per un’esperienza di volo più efficiente per i passeggeri

Il progetto INTERACTION, finanziato dall’UE, ha coordinato i processi di turnaround degli aerei come passeggeri, bagagli, carico e operazioni di rampa per un’esperienza di viaggio più efficiente e con meno imprevisti.

Che sia per lavoro o per piacere, prima o poi tutti cediamo al fascino dei viaggi in aereo. Dall’arrivo in aeroporto, le operazioni di check-in e l’imbarco fino al volo verso un luogo lontano. Quella che una volta sembrava un’esperienza rilassante, può presto rivelarsi caotica e stressante. Per molti di noi, questa è la fin troppo familiare realtà dei viaggi in aereo. Secondo INTERACTION, tuttavia, non deve per forza essere così. Le esigenze evolvono INTERACTION ha intenzione di far evolvere le operazioni aeroportuali oltre il caos, introducendo un processo di gestione completamente integrato e coordinato per tutti i passeggeri, i bagagli, il carico e le operazioni sulla pista. “Le operazioni aeroportuali devono evolversi nel senso di migliorare la prevedibilità e il controllo dei vari processi che avvengono durante le operazioni di turnaround,” dice il coordinatore scientifico di INTERACTION Ruben Martínez. Il turnaround di un aeromobile è il processo centrale che guida tutti gli altri processi, tra cui l’imbarco passeggeri e il carico di bagagli e merci e le operazioni in pista. Pertanto, il turnaround deve essere eseguito in tempo e rispettando il programma – un processo complesso che richiede lo svolgimento di una serie di operazioni a terra, sia in sequenza che in parallelo. “Anche i ritardi più piccoli possono essere estremamente costosi per le linee aeree,” dice Martínez. “Sfortunatamente, al momento le operazioni di turnaround sono costituite da una serie di processi gestiti separatamente e la comunicazione tra di essi è scarsa o assente, il che significa che si verificano spesso inefficienze e ritardi.” Soluzioni politiche Per rimediare a questa situazione, INTERACTION ha cercato di implementare un processo operativo migliore e più semplice. Ha cominciato studiando l’attuale situazione e identificando le principali inefficienze e i punti da migliorare. Questo studio ha costituito per il progetto una base, a partire dalla quale ha definito l’attuale processo di turnaround e ha creato una lista iniziale di potenziali soluzioni. “In generale, il progetto ha introdotto 19 soluzioni, tutte mirate a migliorare o un singolo processo di turnaround, riguardante per esempio i passeggeri, i bagagli, il carico o le attività di rampa, o la coordinazione di tutti i processi e la collaborazione tra i partner dell’aeroporto,” commenta Martínez. Per esempio, una soluzione di cui si è occupato INTERACTION è migliorare l’esperienza dei passeggeri dando loro la possibilità di controllare il processo. Questo è stato ottenuto designando degli intervalli di tempo in cui i passeggeri possono passare attraverso i controlli di sicurezza e creare percorsi ad alta velocità in diverse parti del terminale. Per ridurre i costi operativi dei servizi di turnaround, un’altra soluzione aiuta gli aeroporti a raggruppare le loro attrezzature e centralizzare i servizi. Migliori efficienze e coordinazione Il risultato diretto del lavoro di INTERACTION è che tutte le parti coinvolte nei processi di turnaround – operatori, linee aeree, operatori di terra e fornitori di altri servizi – stanno già osservando una migliore efficienza e coordinazione nella catena di valore del turnaround. Anche i passeggeri stanno traendo vantaggio dai risultati di INTERACTION poiché i canali di informazione dell’aeroporto e delle linee aeree vengono potenziati in modo bidirezionale, grazie alla disponibilità di informazioni nuove e più affidabili provenienti dalla piattaforma di informazione di INTERACTION. “Attraverso l’implementazione delle soluzioni di INTERACTION, il turnaround degli aerei funzionerà meglio in tutta Europa e, così facendo, aiuteremo a riportare ai viaggi in aereo un po’ del fascino che avevano perduto,” conclude Martínez.

Paesi

Spagna

Articoli correlati