Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Un passo avanti nella ricerca di alto livello in fisica

Un’iniziativa dell’UE migliorerà ulteriormente l’infrastruttura di ricerca e sviluppo della Croazia e contribuirà allo sviluppo di complessi sistemi di rilevatori.

Ricerca di base

Gli esperimenti in astrofisica e fisica nucleare e delle particelle sono fondamentali per analizzare come funziona l’universo. Questi di solito richiedono complessi sistemi di rilevatori la cui progettazione e verifica richiedono una profonda comprensione di una varietà di argomenti afferenti alla fisica, all’elettronica e all’informatica. Grazie al progetto PaRaDeSEC, finanziato dall’UE, un istituto di ricerca in Croazia ha compiuto un passo importante verso il rafforzamento del suo potenziale per lo sviluppo, il collaudo e la costruzione di attrezzature di ricerca per esperimenti di fisica nucleare, delle particelle e delle astroparticelle. Secondo un articolo, l’Istituto Ruđer Bošković (RBI) ha recentemente inaugurato il Centre for Detectors, Sensors and Electronics (CDSE, Centro per rivelatori, sensori ed elettronica) a seguito del completamento del progetto «Using synergy to achieve excellence in the research and development of detectors, sensors and electronics». Citato nello stesso articolo dell'RBI, il responsabile del progetto, il dott. Neven Soić, afferma: «Il progetto ha permesso di procurare numerosi strumenti importanti per la ricerca, nonché di ristrutturare laboratori, creando così condizioni controllate di pulizia, temperatura e umidità dell’aria, migliorando la stabilità dei sistemi elettrici e riducendo il livello di rumore elettronico così da consentire la caratterizzazione e il collaudo di una nuova generazione di rilevatori con caratteristiche significativamente migliorate rispetto a quelli attualmente utilizzati per la ricerca nel CERN». La notizia sottolinea che le attività del CDSE aiuteranno anche il progetto «Open scientific infrastructural platforms for innovative applications in the economy and society» (O-ZIP), che è collegato a PaRaDeSEC. «Tutto ciò migliorerà notevolmente l’incidenza e la reputazione dell'RBI e della Croazia nella comunità scientifica internazionale, nonché la partecipazione di questo istituto a vari progetti finanziati a livello internazionale». Tecnologie chiave Il sito web del progetto riassume la visione di O-ZIP: «L’impatto sullo sviluppo di un settore industriale competitivo deriverà dall’affrontare, impiegare e migliorare le tecnologie abilitanti fondamentali (KET, key enabling technologies), dal promuovere un’interazione inaspettata tra ricerca e industria, un impegno attivo nei cluster di competitività croati emergenti e una ridefinizione stimolante dell’attuazione di attività di trasferimento delle conoscenze». Le KET coperte da O-ZIP includono «biotecnologia (industria farmaceutica e alimentare), tecnologie dei materiali avanzati e di produzione (rilevatori e sensori, materiali intelligenti, tecnologie di radiazione), TIC: eScience, fotonica (optoelettronica), salute (metodi diagnostici e terapeutici)», come dichiarato sul sito web del progetto O-ZIP. Il progetto PaRaDeSEC (Expanding Potential in Particle and Radiation Detectors, Sensors and Electronics in Croatia) in corso è stato creato per formare «un gruppo e una struttura concentrati sui rilevatori di radiazioni a semiconduttore e relativa elettronica di acquisizione dati» presso l'RBI, come osservato sul sito web del progetto. Questi rilevatori sono utilizzati per condurre esperimenti di «fisica delle alte energie (HEP, high-energy physics), monitoraggio della sicurezza nucleare, missioni spaziali e in varie applicazioni mediche. I rilevatori di microsfere e pixel in silicio forniscono una risoluzione spaziale molto precisa pur essendo economicamente vantaggiosi grazie alla consolidata tecnologia di produzione dei semiconduttori». Il progetto prevede anche «applicazioni di una nuova tecnologia di produzione, deposizione di strati atomici (ALD, Atomic Layer Deposition), che fornisce un potenziale significativo… per migliorare le prestazioni dei rilevatori a semiconduttore. Lo sviluppo di rilevatori di radiazioni avanzati è strettamente correlato con le attività scientifiche della divisione di fisica dei materiali dell'RBI, che hanno una grande varietà di strumenti di caratterizzazione e spettroscopia per materiali semiconduttori». Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto PaRaDeSEC

Paesi

Croazia

Articoli correlati

Progressi scientifici

12 Dicembre 2016