Skip to main content

A NOVEL NON-INTEGRATING REPLICATION LIMITED LENTIVIRAL-BASED VECTOR FOR HIV VACCINATION

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un nuovo attacco contro l’HIV

Lo sviluppo di un vaccino profilattico che arresta l’infezione da HIV resta un’alta priorità. Grazie alla ricerca dell’UE, è in arrivo un nuovo approccio sicuro ed efficace per indurre la risposta immunitaria contro l’HIV.

Salute

Il progetto HIVNONILV (A novel non-integrating replication limited lentiviral-based vector for HIV vaccination) ha lavorato allo sviluppo di un nuovo vettore lentivirale non integrante (NONI-LV) e limitato nella replica. Questo migliorerebbe la sicurezza dei vaccini a DNA, in quanto i vettori classici attuali comportano rischi inerenti tra cui la mutagenesi dopo la loro inserzione nel genoma ospite. Le ricerche condotte in precedenza dai componenti del progetto hanno rivelato che questi vettori inducono risposte immunitarie protettive contro i virus challenge. Basati sull’equivalente HIV delle scimmie, il virus SIV, o virus di immunodeficienza delle scimmie, questi virus challenge sono notoriamente difficili da controllare tramite vaccinazione. I ricercatori del team HIVNONILV hanno valutato la sicurezza, l’immunogenicità e l’efficacia del nuovo vettore NONI-LV contro virus patogeni di un modello di macaco del vaccino HIV. I risultati hanno chiaramente dimostrato che una singola dose di immunizzazione con solo DNA (che produce particelle virali a ciclo singolo) promuoveva la generazione di cellule T CD8+ e CD4+ specifiche del vaccino. Queste cellule causano un’attività immunitaria immediata e richiamabile, anche in assenza di stimolazione persistente degli antigeni. Finora, questo risultato era stato ottenuto solo utilizzando vettori virali HIV replicanti e ricombinanti persistenti. Dopo lo sviluppo di un’infezione produttiva, il 100 % dei macachi vaccinati aveva una riduzione logaritmica superiore a uno nel picco di viremia rispetto agli animali di controllo. Conservavano una viremia inferiore durante l’inizio e la fine della fase cronica dell’infezione. Un tale straordinario controllo virale è collegato alla riattivazione della risposta delle cellule T di memoria nel gruppo vaccinato. Storicamente, i vaccini rappresentano il modo più efficace per controllare le malattie virali a livello globale. HIVNONILV ha studiato nuove strategie vettoriali e di vaccinazione offrendo un importante contributo al campo del vaccino HIV-1.

Parole chiave

HIV, vaccino, risposta immunitaria, HIVNONILV, vettore di lentivirus, replicazione-limitata

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione