Skip to main content

Ubiquitous Wireless Mesh Networks for Next-Generation Personal Digital Automotive Services

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un’applicazione intelligente per le auto

Un team finanziato dall’UE ha adattato la connettività di un’applicazione (app) per smartphone alle automobili. L’idea, che promuove servizi di informazione perlopiù illimitati, incoraggia un miglioramento dei livelli di controllo e di efficienza, grazie alla sua capacità di combinare dati provenienti dal veicolo, dai nodi ambientali o dai social network utilizzati dall’utente.

Economia digitale

La possibilità di collegare le automobili a Internet mediante dispositivi mobili e app offre numerosi vantaggi, tra cui ad esempio servizi di assistenza in termini di pianificazione e di puntualità, il potenziamento dei livelli di sicurezza e la riduzione del consumo di carburante, aggiornamenti relativi a specifiche notizie pubbliche locali, nonché il monitoraggio dei dati operativi del veicolo. L’obiettivo del progetto CARMESH (“Ubiquitous wireless mesh networks for next-generation personal digital automotive services”), finanziato dall’UE, consisteva proprio nel trasformare queste intuizioni in casi pratici. Nello specifico, il consorzio ha tentato di offrire servizi di informazione avanzati alle automobili connesse attraverso l’utilizzo di smartphone e di app in grado di integrarsi nelle interfacce e nei sistemi di controllo dei veicoli. L’iniziativa è stata gestita nell’ambito del programma Azioni Marie Curie del Settimo programma quadro (7° PQ) dalla fine del 2009 alla fine del 2013. Il gruppo di lavoro ha ideato un prototipo in grado di dare visibilità all’idea di base del progetto attraverso l’illustrazione di tre casi di utilizzo commerciale all’occasione dell’Automotive Linux Summit del 2013, basati sull’integrazione dei sistemi nel calendario di un utente aziendale, finalizzata al miglioramento della pianificazione degli orari di arrivo e alla messa in rilievo delle posizioni rilevate nei social network utilizzati dal conducente. Nelle interfacce automobilistiche tradizionali è stata inoltre integrata un’applicazione per la registrazione dei dati. Per la presentazione dei prototipi delle applicazioni create, i membri dell’iniziativa hanno scelto due eventi industriali. L’organizzazione di trasferte ha consentito al gruppo di lavoro di siglare nuovi partenariati con aziende di software europee non coinvolte nel progetto, a cui ha fatto seguito la negoziazione di una possibile inclusione dei prototipi CARMESH nel portfolio di prodotti di queste realtà industriali e di alcune case automobilistiche. Le attività di divulgazione dei risultati del progetto sono state incentrate sulla creazione di strumenti atti a garantire una vasta presenza on-line basata su vari video e articoli informativi. Il secondo workshop organizzato nell’ambito del progetto è stato diffuso dai media di consumo, insieme all’assegnazione del “Best Paper Award” a un membro dell’iniziativa nel corso di una conferenza industriale. Il gruppo di lavoro ha inoltre preso parte agli eventi previsti dal programma Marie Curie. L’iniziativa CARMESH promuove l’integrazione delle tecnologie smartphone nelle automobili, garantendo un’ampia gamma di servizi di informazione potenzialmente utili e aiutando il settore industriale europeo ad accedere a un mercato che potrebbe rivelarsi redditizio per queste risorse.

Parole chiave

Applicazione, automobili, servizi di informazione, reti a maglie senza fili, servizi automobilistici digitali

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione