Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Rafforzare la ricerca sulle malattie epatiche in Egitto

Le malattie al fegato provocano circa 40 000 morti ogni anno e in Egitto costituiscono la seconda causa di decesso. Un’iniziativa dell’UE ha permesso di potenziare la capacità complessiva del Theodor Bilharz Research Institute (TBRI), un istituto riconosciuto in tutta la regione del Mediterraneo per il lavoro svolto in questo settore.

Salute

In Egitto, l’incidenza delle malattie epatiche è in costante crescita e ogni anno provoca più del 10 % del numero totale di morti. Il rafforzamento delle capacità di cooperazione di centri prestigiosi di ricerca come il TBRI può contribuire a invertire questa tendenza preoccupante. A questo scopo, il progetto THEBERA (Theodor Bilharz into the European Research Area), finanziato dall’UE, ha cercato di definire le priorità della ricerca in ambito epatico in modo rispondente alle esigenze socioeconomiche, facilitando la partecipazione ai progetti europei di ricerca sul fegato e l’integrazione nello Spazio europeo della ricerca (SER). Il lavoro è iniziato con una mappatura della situazione attuale della ricerca sulle malattie epatiche in Egitto che ha permesso di identificare politiche chiave, programmi, esigenze di finanziamento, tendenze della cooperazione esistente e figure principali del settore. I partner del progetto hanno definito le carenze e le esigenze di innovazione prioritarie in settori tra i quali governance, finanza, networking, formazione, politiche e ricerca. L’analisi di punti forza, debolezze, opportunità e minacce che è stata condotta ha consentito di valutare le risorse esistenti in termini di personale, infrastrutture e organizzazione e di sviluppare una serie di strumenti per le competenze e le abilità contenente 32 raccomandazioni per le risorse del TBRI. Durante quattro workshop finalizzati alla formazione del personale e alla creazione di un consorzio è stato presentato il Settimo programma quadro e Horizon 2020, con particolare attenzione per aspetti come la partecipazione e le opportunità di finanziamento. Per collegare meglio i ricercatori egiziani e quelli dell’UE, il progetto ha creato un database contenente i principali operatori nel settore della ricerca sul fegato. Con un piano di azione strategica, infine, è stata presentata una roadmap per il prossimo quinquennio che ha come obiettivo quello di fare del TBRI un centro di eccellenza scientifica e di ricerca e un riferimento per le competenze sulle malattie epatiche, anche nell’ottica del rafforzamento del suo profilo a livello internazionale. Il TBRI ha tutte le potenzialità per assumere un ruolo di leadership nella ricerca in questo settore e per integrarsi completamente nel SER. Grazie al progetto THEBERA, i pazienti con malattie epatiche croniche potranno beneficiare di una ricerca di livello mondiale per la prevenzione e il trattamento.

Parole chiave

Malattie epatiche, Egitto, Theodor Bilharz Research Institute, risorsa dello Spazio europeo della ricerca, ricerca sulle malattie epatiche

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione