Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L'ESA si attiva per correggere il cattivo funzionamento di Artemis

L'Agenzia spaziale europea (ESA) sta valutando le modalità di "recupero del satellite per telecomunicazioni Artemis", dopo che lo stesso è entrato nell'orbita sbagliata a seguito del lancio avvenuto il 12 luglio dalla Guyana francese. Il satellite, progettato per inaugurare u...

L'Agenzia spaziale europea (ESA) sta valutando le modalità di "recupero del satellite per telecomunicazioni Artemis", dopo che lo stesso è entrato nell'orbita sbagliata a seguito del lancio avvenuto il 12 luglio dalla Guyana francese. Il satellite, progettato per inaugurare una nuova generazione di servizi di comunicazioni,"è rimasto 'incagliato' in un'orbita più bassa di quella prevista, a causa del cattivo funzionamento nello stadio superiore del razzo vettore Ariane 5", secondo quanto sostenuto dall'ESA. I controllori del veicolo spaziale, operanti nella Guyana francese, hanno collocato lo stesso in un punto sicuro della traiettoria solare, finché non trovano un rimedio alla situazione, e confidano che il problema possa essere risolto. "I nostri controllori di terra erano preparati ad una simile eventualità", ha dichiarato il responsabile del progetto Artemis, Gotthard Oppenhäuser. Il carburante chimico a bordo del satellite può essere utilizzato per alzarne l'orbita ed è tenuto sotto controllo, mentre il personale di terra elabora il modo migliore per utilizzare questo combustibile, ha aggiunto. Artemis è il satellite di telecomunicazioni più avanzato che l'ESA abbia mai sviluppato ed è costato 850 milioni di USD.