Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

La Commissione e il governo tedesco riconoscono l'importanza dell'istruzione per la società della conoscenza

Il 16 ottobre, il commissario europeo per l'Istruzione e la Cultura Viviane Reding ha rivolto un appello affinché vengano compiuti maggiori sforzi per la creazione di uno Spazio europeo dell'istruzione superiore, garantendo così lo sviluppo di una società della conoscenza. Il ...

Il 16 ottobre, il commissario europeo per l'Istruzione e la Cultura Viviane Reding ha rivolto un appello affinché vengano compiuti maggiori sforzi per la creazione di uno Spazio europeo dell'istruzione superiore, garantendo così lo sviluppo di una società della conoscenza. Il giorno seguente, il segretario di Stato presso il ministero tedesco dell'Istruzione e della Ricerca Wolf-Michael Catenhusen ha promesso che Francia e Germania si faranno promotrici di tale iniziativa. "Vi sono prove del fatto che gli investimenti nelle risorse umane contribuiscono alla crescita e alla produttività almeno tanto quanto gli investimenti in capitali o beni materiali", ha affermato la Reding, aggiungendo: "L'istruzione e la formazione, pertanto, sono condizioni essenziali per creare una forza lavoro qualificata e una società innovativa". Altrettanto fondata, tuttavia, è l'affermazione della Reding, secondo cui "l'Unione e gli Stati membri non stanno facendo abbastanza". Meno di un adulto su dieci, in Europa, segue un corso d'istruzione o formazione superiore e, sebbene l'UE produca un numero di laureati nelle discipline scientifiche e tecnologiche superiore agli USA e al Giappone, molti di essi proseguono la loro formazione proprio in questi paesi, lasciando l'UE con un numero di ricercatori inferiore a quello dei suoi concorrenti. "Stiamo cercando di costruire una società della conoscenza in Europa, ma dimentichiamo l'elemento fondamentale: l'istruzione e la formazione delle persone. In questo modo, compromettiamo la nostra capacità futura di crescita e la nostra competitività", ha affermato il Commissario. La soluzione? "Fare dell'Europa una delle mete predilette da studenti, ricercatori e professori", secondo la Reding. Ciò implica, a suo avviso, promuovere l'eccellenza nelle università europee e garantire che esse ricevano le risorse necessarie. Almeno due degli Stati membri stanno compiendo notevoli sforzi nel settore dell'istruzione superiore. La creazione di un corso post-laurea franco-tedesco, ha affermato Catenhusen, rappresenta un ulteriore passo avanti verso l'elaborazione di programmi d'insegnamento superiore congiunti fra i due paesi. Oltre a piani di studio comuni, Francia e Germania stanno lavorando ad un'intensificazione del collegamento in rete delle rispettive spin-off scientifiche. L'elevato grado di coordinamento raggiunto dalla Germania con la Francia nel settore dell'istruzione e della ricerca, che secondo Catenhusen non trova pari in nessun altro paese, è stato ulteriormente dimostrato dalla proposta congiunta in materia di crescita in Europa, ha affermato il Segretario di Stato. Il progresso tecnologico e la cooperazione nel settore della ricerca costituiscono le principali priorità dell'iniziativa, che sarà finanziata mediante investimenti pubblici.

Paesi

Germania, Francia