Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Secondo il governo britannico, gli investimenti nella R&S aumentano il corso delle azioni societarie

Le imprese che effettuano ingenti investimenti nella ricerca e sviluppo (R&S) ottengono migliori risultati sul mercato azionario, secondo l'ultimo "R&D Scoreboard" (Quadro di valutazione della R&S) britannico. Il quadro di valutazione ha esaminato i dati relativi ai maggiori ...

Le imprese che effettuano ingenti investimenti nella ricerca e sviluppo (R&S) ottengono migliori risultati sul mercato azionario, secondo l'ultimo "R&D Scoreboard" (Quadro di valutazione della R&S) britannico. Il quadro di valutazione ha esaminato i dati relativi ai maggiori investitori britannici nel settore della R&S, ed ha rilevato che il valore complessivo delle azioni delle prime dieci imprese è aumentato del 30 per cento negli ultimi sei anni, sebbene l'indice del mercato azionario abbia subito un ribasso del 15 per cento nel corso dello stesso periodo. "Il quadro di valutazione conferma ancora una volta che la R&S rappresenta la chiave del successo economico. La R&S favorisce la creazione di prodotti e servizi innovativi necessari alle imprese britanniche per concorrere su scala mondiale", ha dichiarato Lord Sainsbury, ministro britannico della Scienza e dell'Innovazione. Il quadro di valutazione ha effettuato un confronto fra 700 imprese britanniche e 700 imprese internazionali che investono nella R&S. Esso ha riscontrato che, se da un lato gli investimenti britannici nella R&S superano i livelli internazionali nei settori farmaceutico e biotecnologico, aerospaziale e della difesa, nonché sanitario, dall'altro le imprese del Regno Unito restano indietro nei settori di maggiori dimensioni, quali l'hardware delle tecnologie dell'informazione e l'automobilistico. Il quadro di valutazione rivela che, rispetto alle medie imprese statunitensi, le imprese britanniche delle stesse dimensioni tendono ad effettuare minori investimenti nella R&S. "Esistono imprese britanniche di successo in numerosi settori che investono nella R&S a livello mondiale, ma ne occorrono di più. Per tale motivo il governo ha adottato misure per favorire la spesa per la R&S ed incrementare l'innovazione", ha dichiarato Lord Sainsbury. Al fine di stimolare ulteriormente gli investimenti nella R&S, il governo britannico ha semplificato di recente il sistema del credito d'imposta, in modo tale da renderlo ammissibile per tutte le dimensioni d'impresa. "[I crediti d'imposta] possono rappresentare una significativa differenza per le imprese, ed esorto vivamente tutte le società a beneficiare di tali crediti. Noi investiamo fortemente nella nostra base scientifica ed incoraggiamo le imprese a trasformare queste attività di ricerca all'avanguardia in successo economico", ha affermato Lord Sainsbury.