Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Morto un pioniere della ricerca francese ed europea

Hubert Curien, primo presidente dell'ASE (Agenzia spaziale europea) e 'padre' di Ariane è morto il 6 febbraio, all'età di 80 anni. Curien, fisico di formazione, aveva studiato anche mineralogia ed aveva scoperto una nuova forma di gallio cristallizzato. Dal 1966 aveva gestit...

Hubert Curien, primo presidente dell'ASE (Agenzia spaziale europea) e 'padre' di Ariane è morto il 6 febbraio, all'età di 80 anni. Curien, fisico di formazione, aveva studiato anche mineralogia ed aveva scoperto una nuova forma di gallio cristallizzato. Dal 1966 aveva gestito la ricerca al CNRS (Centre national de la recherche scientifique), di cui era poi stato direttore dal 1969 al 1973. Nel 1976 era stato nominato direttore del CNES (Centre National d'Etudes spatiales) e dal 1979 era diventato anche il primo direttore dell'ASE, dimostrando una grande abilità nel convincere i membri dell'ASE della necessità di finanziare il programma Ariane e dare così all'Europa un accesso allo spazio svincolato da Stati Uniti e Unione sovietica. Curien aveva anche ricoperto l'incarico di ministro francese della Ricerca dal 1984 al 1986 e dal 1988 al 1993, quando era stato eletto membro dell'accademia delle Scienze, di cui era poi diventato presidente. Aveva ricevuto la Légion d'Honneur, il più prestigioso riconoscimento francese. Per restare in sintonia con il mondo dell'istruzione, aveva continuato ad insegnare per tutta la vita cristallografia presso l'università Jussieu di Parigi. Janez Potocnik, commissario europeo per la Scienza e la ricerca, ha voluto ricordare Hubert Curien, che ha definito un insuperabile architetto della ricerca europea, affermando: 'Se oggi esiste qualcosa che possiamo chiamare Europa scientifica, è in buona parte merito suo. Ha svolto un ruolo fondamentale nella storia della cooperazione scientifica europea'. Secondo Potocnik, Curien non solo è stato la forza trainante che ha permesso di creare la ESF (European Science Foundation), ma ha anche partecipato a fondo alla nascita dell'ESRF (European Synchrotron Radiation Facility) di Grenoble e al lancio dell'iniziativa Eureka. 'Hubert Curien ha instancabilmente lavorato per costruire una vera ricerca europea, e ha offerto un contributo sostanziale e decisivo per definire e implementare la politica di ricerca dell'UE. Hubert Curien ha partecipato alla nascita dei primi programmi europei di mobilità per ricercatori e al lancio del programma Esprit. Come esperto e ministro della Ricerca, ha contribuito ad affinare e sviluppare il programma quadro di ricerca dell'UE e a dargli la forma che ha oggi', ha aggiunto il commissario. 'Per molti aspetti viviamo ancora delle sue idee. Per costruire la politica di ricerca dell'UE per il futuro, anche io, come i miei predecessori, mi affido alla sua eredità', ha concluso Potocnik.

Paesi

Francia