Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Statistiche del CER rivelano un alto numero di candidature d'oltremare

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha fornito ulteriori informazioni sulle 9 167 domande ricevute per il primo ciclo di sovvenzioni del CER, il programma «Starting Grants» rivolto a ricercatori indipendenti. Lo scorso aprile, il comitato scientifico del CER ha annuncia...

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha fornito ulteriori informazioni sulle 9 167 domande ricevute per il primo ciclo di sovvenzioni del CER, il programma «Starting Grants» rivolto a ricercatori indipendenti. Lo scorso aprile, il comitato scientifico del CER ha annunciato il totale di domande pervenute, e il dato di 9 167 è stato di gran lunga superiore alle aspettative di molti. Il comitato scientifico ha ora fornito i dettagli sul numero di domande relative a ciascuno dei tre ambiti indicati nell'invito a presentare proposte, sui paesi di provenienza delle domande, e su quante persone hanno chiesto di far parte dei gruppi di valutazione incaricati di esaminare le proposte. «Al pari dei candidati e dei gruppi di esperti, anche il comitato scientifico del CER è ampiamente consapevole che il bilancio disponibile non è sufficiente a finanziare tutte le richieste che lo meriterebbero», afferma il comitato scientifico del CER. «Possiamo solo confermare nuovamente il nostro impegno secondo cui l'eccellenza sarà l'unico criterio, ossia per selezionare le domande in una prima fase i cui RP (Ricercatori Principali) verranno chiamati a sottoporre proposte complete (fase 2), e per selezionare le proposte complete che saranno finanziate entro l'anno.» Un numero rilevante di candidati RP vive attualmente al di fuori dell'Unione europea. «Questo indica che, nel tempo, le sovvenzioni del CER possono rafforzare la competitività dell'Europa grazie all'assunzione di ricercatori di talento dall'estero», dichiara il comitato scientifico. Per la valutazione delle proposte, il comitato scientifico ha suddiviso i paesi da cui provengono le domande in sei gruppi diversi. Il primo gruppo, composto dai sei Stati membri fondatori della Comunità economica europea (Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi), è stato di gran lunga il più attivo nel sottoporre le domande. Circa il 44,8% degli RP che hanno inviato le proposte vive attualmente in questi paesi, e il 46,2% degli istituti in cui queste ricerche verranno svolte si trova in questa parte d'Europa. Il successivo blocco geografico del progetto è formato dagli altri nove Stati membri che hanno aderito all'Unione europea negli anni precedenti al 2004. Il 35,5% circa dei Ricercatori Principali risiede attualmente in questi paesi. I 12 stati che hanno aderito all'Unione europea dal 2004 costituiscono l'8,6% dei paesi di residenza, dato di poco superiore a quello dei sette paesi associati all'UE o con uno status di «paese candidato» (7,9%). Gli ultimi due gruppi includono i «paesi d'oltremare ad alto tasso di sviluppo» (2,8%) e «i paesi d'oltremare in via di sviluppo o emergenti» (0,4%). Gli RP possono essere di qualsiasi nazionalità o trovarsi attualmente in qualsiasi luogo, ma devono presentare richiesta congiuntamente a un istituto di uno Stato membro dell'Unione europea o di un paese associato, in cui il candidato si stabilirà almeno per il periodo della sovvenzione. Come specificato nel primo invito a presentare proposte, il CER ha assegnato la maggior parte delle sovvenzioni di avviamento del 2007 a tre vaste aree: il 15% alle scienze sociali e umanistiche, il 40% alle scienze della vita, compresa la medicina, e il 45% alle scienze nell'ambito di fisica, matematica e ingegneria. I campi di ricerca di riferimento delle proposte rispecchiano ampiamente questa suddivisione (14,9%, 37% e 48,1% rispettivamente). Infine, il numero elevato delle iscrizioni non si limita solo alle sovvenzioni. I gruppi di valutazione multidisciplinari sono ora stati messi insieme e tutti hanno ricevuto numerose domande: i cinque più popolari ne hanno ricevute tra 672 e 768. Il comitato scientifico si augura che questa informazioni sulla composizione dei candidati si dimostri utile per le singole comunità che desiderano valutare la propria posizione.

Articoli correlati