Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Invito ai paesi nordici a intensificare la collaborazione nella ricerca

I membri del Consiglio nordico hanno affermato che i paesi della regione nordica devono migliorare le condizioni per la ricerca se non vogliono restare indietro rispetto ad altri grandi paesi europei. Le priorità dovrebbero includere la partecipazione a progetti internazionali...

I membri del Consiglio nordico hanno affermato che i paesi della regione nordica devono migliorare le condizioni per la ricerca se non vogliono restare indietro rispetto ad altri grandi paesi europei. Le priorità dovrebbero includere la partecipazione a progetti internazionali e la collaborazione nell'ambito della ricerca. I commenti sono stati espressi dai membri del gruppo di centro, uno dei gruppi parlamentari in seno al Consiglio. «Non ci sono alternative. Dobbiamo avviare una collaborazione ancora più stretta nell'ambito della ricerca nella regione nordica», ha affermato Dagfinn Høybraaten, membro del gruppo di centro e presidente del Consiglio nordico. «Una collaborazione più stretta apporterà benefici alle singole unità di ricerca, ma soprattutto garantirà alla ricerca nordica una posizione migliore dinanzi alla concorrenza globale. Quando tutti offrono il proprio contributo, la ricerca nordica assume la massa critica che ci permette di competere in termini paritari con le principali nazioni europee», ha proseguito. Il gruppo di centro suggerisce che l'enfasi dovrebbe essere posta sull'armonizzazione del lavoro dei singoli consigli di ricerca nazionali e sull'apertura dei programmi nazionali. Høybraaten afferma che questi cambiamenti sono necessari per assicurare la futura prosperità della regione. «Affinché il modello di welfare nordico sia in grado di soddisfare le domande del futuro, occorre fornire le migliori condizioni possibili per l'innovazione, l'istruzione e la ricerca. Ad esempio, dovremo puntare sulla mobilità e sul dinamismo nell'ambiente di ricerca. Dobbiamo fare in modo che i ricercatori nordici siano agevolati e interessati a lavorare in qualsiasi parte della regione.» «È auspicabile che tale proposta possa generare in qualche modo nuovi progetti di ricerca interessanti e, in particolare, aiutare a produrre una ricerca nordica di elevato standard internazionale», ha ipotizzato. Costituito nel 1957, il Consiglio nordico è un forum finalizzato alla cooperazione parlamentare nordica. Il Consiglio è formato da 87 membri eletti che rappresentano i cinque paesi nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia, Svezia) e tre territori autonomi della regione (le Isole Faroe, la Groenlandia, le Isole Åland).

Paesi

Danimarca, Finlandia, Fær Øer, Islanda, Norvegia, Svezia