Skip to main content

DESIGN OF AN INNOVATIVE ENERGY-AWARE IT ECOSYSTEM FOR MOTIVATING BEHAVIOURAL CHANGES TOWARDS THE ADOPTION OF ENERGY EFFICIENT LIFESTYLES

Article Category

Article available in the folowing languages:

Verso un mondo di edifici a risparmio energetico

Anche se la maggior parte dell’energia utilizzata nell’edilizia serve a mantenere un ambiente interno confortevole, non necessariamente il risparmio energetico deve essere in contrasto con lo stile di vita. Un progetto finanziato dall’UE propone una soluzione.

Economia digitale
Cambiamento climatico e Ambiente

Oggi, la progettazione e lo sviluppo di soluzioni mirate a ridurre il consumo energetico degli edifici sono fondamentali. Servono soluzioni innovative basate sull’adozione di tecniche di risparmio energetico e sul coinvolgimento attivo di cittadini e abitanti.

Fare da guida

«Il progetto ENTROPY ha cercato di rispondere a questa esigenza basandosi sull’integrazione di tecnologie che agevolano l’impiego di ecosistemi IT innovativi consapevoli dal punto di vista energetico, al fine di motivare i cambiamenti comportamentali dell’utente finale», sottolinea Antonio Skarmeta Gómez, coordinatore del progetto. L’ecosistema IT per l’energia ENTROPY è riuscito in questo avvalendosi di un’opportunità legata alle possibilità offerte da una piattaforma basata sull’Internet delle cose (IoT), sull’analisi dei megadati, su indicazioni personalizzate, sui serious game e sul loro potenziale apporto migliorativo in termini di efficienza energetica. «Prove scientifiche ci hanno dimostrato che il consumo di una notevole quantità di energia degli edifici era dovuto a comportamenti inadeguati. Abbiamo anche visto che un’ondata di IoT sommergeva gli edifici», aggiunge Skarmeta Gómez.

Come funziona?

La soluzione entra in gioco quando un responsabile della comunicazione avvia una campagna mirata all’efficienza energetica attraverso la piattaforma ENTROPY. Da lì, è possibile specificare le aree degli edificie ricevere in cambio l’installazione di una serie di sensori per ognuna di esse. A questo punto, si attivato i sistemi di monitoraggio dei dati che vengono memorizzati nell’archivio di ENTROPY in modo standardizzato. Con la raccolta dei dati, viene offerta una serie di servizi. Il responsabile della comunicazione produce analisi energetiche e comportamentali. Quindi, in base all’analisi dei risultati e al singolo profilo, a ciascun utente vengono inviati servizi e messaggi personalizzati. Gli utenti finali utilizzano poi i servizi ENTROPY tramite un’applicazione personalizzata o nei serious game sul proprio smartphone. Riceveranno i dati in tempo reale provenienti dai sensori e le indicazioni per intraprendere azioni di efficientamento energetico.

Risultati principali

«Il risultato complessivo di ENTROPY è il notevole risparmio realizzabile attraverso l’integrazione della soluzione sviluppata in questo progetto». Inoltre, ENTROPY ha mostrato come potrebbe essere ridotto lo spreco energetico. Gli sviluppi nell’ambito del progetto hanno portato a una varietà di risultati negli anni successivi alla sua conclusione. «Sono state avviate nuove ricerche che contribuiranno a creare nuove conoscenze nel settore», sottolinea Skarmeta Gómez. Per una di esse, il coordinatore di ENTROPY ha ricevuto dei finanziamenti per il nuovo progetto PHOENIX, che si prevede accrescerà il peso del gruppo nel settore dell’edilizia intelligente, aumentandone persino il suo potenziale di creare innovazione. Il know-how del progetto nell’area della realtà aumentata e della ludicizzazione è sfociato in un impegno collaborativo che ha portato al finanziamento del progetto CONBOTS. Analizzando un proposto cambiamento di paradigma, l’iniziativa mira alla scrittura a mano e all’apprendimento della musica aumentati attraverso la robotica. I membri di ENTROPY hanno anche instaurato una miriade di collaborazioni con altre istituzioni europee, grazie al risalto e alla visibilità ottenuti dal progetto con i numerosi articoli pubblicati nell’ambito dei propri gruppi. «Inoltre, il progetto ha svolto un ruolo cruciale per creare innovazione. Il gruppo proveniente dall’Università di Murcia è stato selezionato per un programma di spin-off che intende avviare gli sviluppi per la valorizzazione di controlli intelligenti dei termostati», conclude Skarmeta Gómez.

Parole chiave

ENTROPY, edifici, efficienza energetica, consumo energetico, cambio comportamentale, IoT, serious game, ecosistemi IT, spreco energetico

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione