Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L'UE sostiene il progetto azero in materia di qualità e sicurezza dei prodotti alimentari

È recentemente partito in Azerbaigian, stato dell'Asia centrale, il progetto di gemellaggio dell'Unione europea denominato "Sostegno al miglioramento degli aspetti giuridici e tecnici dei requisiti in materia di garanzia e certificazione di qualità e sicurezza alimentare dei p...

È recentemente partito in Azerbaigian, stato dell'Asia centrale, il progetto di gemellaggio dell'Unione europea denominato "Sostegno al miglioramento degli aspetti giuridici e tecnici dei requisiti in materia di garanzia e certificazione di qualità e sicurezza alimentare dei prodotti azeri" ("Support to the improvement of legal and technical aspects of food quality and safety assurance and certification requirements of Azerbaijani products). Il gemellaggio mira a consolidare il sostegno per lo sviluppo istituzionale e a coadiuvare i paesi beneficiari nella predisposizione di amministrazioni moderne ed efficienti. Per il progetto l'Unione europea ha stanziato un finanziamento per l'ammontare di 1 milione di euro. Gli esperti affermano che l'aiuto prestato ai paesi beneficiari per lo sviluppo delle risorse umane e delle competenze di gestione, così come per la predisposizione delle strutture, metterà questi paesi in condizione di recepire l'acquis comunitario, vale a dire l'intero corpo legislativo adottato ad oggi dall'UE. I paesi beneficiari, come previsto dal gemellaggio, dispongono inoltre della possibilità di collaborare con i propri omologhi presenti negli Stati membri, in particolare per lo sviluppo e l'avvio di un progetto che metta in evidenza la trasposizione, l'applicazione e l'attuazione di una parte specifica dell'acquis comunitario. Questo progetto biennale in Azerbaigian sarà diretto da un consorzio olandese-lettone, come ha spiegato il vice ministro azero dello sviluppo economico Niyazi Safarov. Il progetto si compone di quattro parti: La prima parte riguarderà la sensibilizzazione e il consolidamento della capacità istituzionale per la regolamentazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura. La seconda si concentrerà sull'armonizzazione della normativa alimentare dello Stato con la corrispondente normativa UE, mentre la terza parte sarà dedicata al rafforzamento dei servizi di laboratorio. La quarta riguarderà le modalità attraverso le quali sarà possibile intensificare i servizi di verifica e di controllo. L'obiettivo principale è sostenere lo sviluppo economico del paese dell'Asia centrale attraverso il miglioramento della qualità e della sicurezza dei prodotti della pesca, la promozione della tutela dei consumatori e il rafforzamento della competitività del settore nazionale della pesca a livello mondiale. "Il miglioramento della qualità e della sicurezza dei prodotti della pesca accrescerà la tutela dei consumatori e, quindi, aumenterà la competitività del settore della pesca azero sui mercati internazionali", ha spiegato il vice ministro Safarov. Alan Waddams, inviato speciale dell'UE in Azerbaigian, afferma di essere convinto della proficuità del progetto e del fatto che, attraverso la promozione della competitività dei prodotti nazionali e il ruolo fondamentale svolto nell'attività di esportazione (in modo particolare per i mercati europei), il progetto di gemellaggio condurrà a risultati concreti. Il progetto di gemellaggio evidenzia il conseguimento di risultati specifici e garantiti. Gli attori chiave fissano e redigono un programma di lavoro anticipatamente, in modo da rispondere a un obiettivo relativo ai settori prioritari dell'acquis comunitario, come stabilito nei "partenariati per l'adesione". Negli ultimi dieci anni sono stati più di 1.100 i progetti di gemellaggio attraverso i quali sono stati sostenuti i paesi beneficiari.

Paesi

Lettonia, Paesi Bassi

Articoli correlati