Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Uccellini che twittano i loro cinguettii su Twitter

Twitter, il servizio di microblogging usato per brevi messaggi di testo conosciuti come tweet, è stato usato da un inventivo biologo all'Università scozzese di St Andrews per monitorare ciò che accade quando gli uccelli si incontrano in natura. Un originale team presso la Un...

Twitter, il servizio di microblogging usato per brevi messaggi di testo conosciuti come tweet, è stato usato da un inventivo biologo all'Università scozzese di St Andrews per monitorare ciò che accade quando gli uccelli si incontrano in natura. Un originale team presso la University of Washington (UW) ha progettato un dispositivo elettronico che è stato applicato a dei corvi e usato per vedere se erano in grado di imparare a usare strumenti dagli altri corvi. Le scoperte sono state pubblicate in Current Biology e mostrano un inatteso livello di mobilità sociale nella comunità dei corvi, con gli uccelli che spesso passano del tempo con corvi estranei alla loro cerchia famigliare. I ricercatori hanno studiato i corvi della Nuova Caledonia, un arcipelago di isole situato nel Pacifico meridionale al largo della costa orientale dell'Australia. I corvi sono più comunemente conosciuti per il loro uso di strumenti diversi per estrarre le prede dal legno secco e dalla vegetazione. I biologi tuttavia si chiedevano se e quanto questi uccelli potessero imparare osservandosi a vicenda. I risultati, come riferito dai ricercatori di St Andrews, rivelano che c'è un "numero sorprendente di contatti" tra corvi non imparentati. Nel corso di una settimana, sono state registrate oltre 28.000 interazioni tra 34 corvi. Anche se i nuclei famigliari dei corvi della Nuova Caledonia contengono solo tre membri, lo studio ha scoperto che tutti gli uccelli erano connessi a una rete sociale più ampia. Questa è la prima volta in cui i dispositivi UW sono usati per registrare le interazioni sociali animali, e questo lavoro è il primo studio pubblicato a sfruttare questa tecnologia. "Questo è un nuovo tipo di tecnologia per localizzare gli animali," ha detto il coautore Brian Otis, un professore associato di ingegneria elettrica alla UW il cui laboratorio ha sviluppato i dispositivi. "L'ecologia è solo uno dei molti campi che verranno trasformati grazie a sensori wireless miniaturizzati a breve raggio." Ciò che normalmente succede è che i biologi applicano sugli animali delle trasmittenti radio che trasmettono su una frequenza particolare. I ricercatori sul campo usano quindi un ricevitore per ascoltare quella frequenza e rilevare quando sono presenti gli animali. Lo svantaggio è che qualsiasi incontro tra piccoli animali viene registrato solo se il ricercatore è nelle vicinanze. Il sistema UW, chiamato Encounternet, usa dispositivi digitali programmabili che possono inviare e ricevere impulsi. "I dispositivi Encounternet si possono monitorare a vicenda e quindi possono essere usati per studiare le interazioni tra gli animali," ha detto il coautore John Burt, professore di ingegneria elettrica affiliato alla UW. "Non è nemmeno possibile iniziare a fare ciò con altre tecnologie radio di tracciamento." Il team UW ora non è più il solo a usare questo dispositivo. Ricercatori all'Università di Windsor in Canada lo stanno usando per studiare il rituale di accoppiamento del manachino codalunga in Costa Rica; un ricercatore presso la Drexel University li sta usando per studiare l'interazione tra uccelli e le formiche legionarie in Costa Rica; ricercatori tedeschi stanno mettendo i dispositivi su dei leoni marini nelle isole Galapagos per studiare il loro comportamento quando si fermano sulle spiagge; e ricercatori nei Paesi Bassi stanno studiando il comportamento sociale delle cinciallegre, un piccolo uccello dei boschi. "L'idea che gli animali abbiano reti sociali è un argomento molto importante adesso," ha detto Burt. "Ci sono altri dispositivi che possono fare registrazioni nelle vicinanze, ma sono tutti molto grossi e adatti ad animali più grandi. Nessuno è piccolo come Encounternet o nemmeno si avvicina ad esso." Il più piccolo dei dispositivi UW pesa meno di 1 grammo e può essere usato su animali leggeri fino a 20 grammi, circa il peso di un passero. Si sta ora lavorando per aggiungere una componente GPS in grado di registrare il luogo degli incontri, e anche un accelerometro e altri sensori per poter rilevare il comportamento degli animali. "Vi è grande eccitazione poiché per la prima volta questo dispositivo permette di studiare le interazioni di animali più piccoli e reti sociali su una scala incredibilmente piccola," ha detto Burt. "Le reti sociali si stanno rivelando fondamentali per comprendere il comportamento di molti animali. I ricercatori affermano che Encounternet è l'unico dispositivo che hanno trovato che sia in grado di raccogliere quelle informazioni."Per maggiori informazioni, visitare: Encounternet: http://encounternet.net/ Current Biology: http://www.cell.com/current-biology/

Paesi

Nuova Caledonia, Stati Uniti