Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Astronomi scoprono che i microrganismi si sono schiantati sulla Terra

Una nuova ricerca suggerisce che i microrganismi sulla Terra apparvero quando dei pianeti distanti in orbita attorno ad altre stelle si avvicinarono a sufficienza per scambiare del materiale solido. Ciò rafforza ulteriormente le ipotesi a cui erano giunti gli astronomi riguard...

Una nuova ricerca suggerisce che i microrganismi sulla Terra apparvero quando dei pianeti distanti in orbita attorno ad altre stelle si avvicinarono a sufficienza per scambiare del materiale solido. Ciò rafforza ulteriormente le ipotesi a cui erano giunti gli astronomi riguardo alla litopanspermia, ovvero che le forme di vita di base vengono distribuite in tutto l'Universo mediante frammenti di pianeti simili a meteoriti causati da collisioni di asteroidi ed eruzioni vulcaniche. La scoperta, pubblicata nella rivista Astrobiology, è stata presentata al recente European Planetary Sciences Congress (EPSC), che è stato organizzato da Europlanet, un'infrastruttura di ricerca che collega vari laboratori ed è finanziata nell'ambito del Settimo programma quadro (7°PQ) dell'UE. Studi precedenti si erano concentrati sulla velocità con cui gli oggetti si muovono nello spazio, velocità che rende quasi impossibile la cattura degli oggetti spaziali da parte di un altro pianeta. Ma usando simulazioni al computer dell'ammasso di stelle in cui è nato il nostro Sole, i ricercatori hanno gettato nuova luce su come questa ipotesi sia plausibile, suggerendo che il "trasferimento debole", un processo in cui oggetti solidi escono lentamente dall'orbita di un oggetto ed entrano in quella di un altro, aumenta le possibilità di cattura. "Il nostro lavoro indica il contrario di quanto affermato dalla maggior parte dei lavori precedenti," ha spiegato il dott. Edward Belbruno della Princeton University negli Stati Uniti. Il dott. Belbruno ha sviluppato i principi del trasferimento debole 21 anni fa. "Esso afferma che la litopanspermia avrebbe potuto essere verosimile, e questo potrebbe essere il primo articolo a provarne la validità. Se questo meccanismo è vero, esso possiede delle implicazioni per tutta la vita nell'universo. Questo potrebbe essere accaduto ovunque." I ricercatori hanno osservato che il sistema solare e il suo sistema planetario più vicino potrebbero essersi scambiati rocce circa 100 trilioni di volte prima che il Sole si mettesse in proprio. Grazie alle informazioni recuperate dalle rocce esistenti possiamo dire che le forme di vita di base possono essere considerate antiche quanto l'ammasso da cui è nato il Sole e abbastanza resistenti da garantire la loro sopravvivenza non solo durante il viaggio interstellare, ma anche all'impatto finale. "La conclusione del nostro lavoro è che il meccanismo del trasferimento debole rende la litopanspermia un'ipotesi plausibile poiché avrebbe permesso a grandi quantità di materiale solido di essere scambiate tra i sistemi planetari," ha detto Amaya Moro-Martín del Centro di astrobiologia in Spagna e della Princeton University, "e prevede periodi di tempo che potrebbero permettere la sopravvivenza di microrganismi inseriti in grandi massi." La scoperta indica che, anche se diversi sistemi planetari si possono scambiare del materiale, una volta che la materia solida è intrappolata dal secondo sistema planetario non c'è più alcuno scambio. La litopanspermia si verifica quando il materiale atterra su un pianeta come la Terra, poiché è in un ambiente simile che esso può prosperare. "Noi ora sappiamo che vale la pena portare avanti lo studio della probabilità di atterraggio su di un pianeta come la Terra poiché grandi quantità di materiale solido provenienti dal primo sistema planetario potrebbero essere intrappolate dal secondo sistema planetario, in attesa di atterrare su un pianeta come il nostro," ha detto la dott.ssa Moro-Martín. "Il nostro studio non prova che la litopanspermia abbia avuto realmente luogo, ma indica che essa è un'ipotesi possibile."Per maggiori informazioni, visitare: Princeton University: http://www.princeton.edu/main/ European Planetary Sciences Congress (EPSC) 2012: http://www.epsc2012.eu/ Astrobiology: http://www.liebertpub.com/ast

Paesi

Spagna, Stati Uniti