Skip to main content

Artificial Intelligence for Livestock Health Management.

Article Category

Article available in the folowing languages:

Presto le telecamere potrebbero controllare il bestiame per anticipare i problemi

Serket era la dea egizia della natura, degli animali, della medicina e della magia. Oggi, un’azienda con lo stesso nome ha sviluppato un sistema basato sul cloud che esemplifica tutte quelle caratteristiche che servono per rilevare potenziali problemi di salute nel bestiame prima che si diffondano.

Economia digitale
Alimenti e Risorse naturali

L’agricoltura è pronta per una rivoluzione nell’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e il progetto SERKET, finanziato dall’UE, è in prima linea. Il progetto sta trasformando il business dell’agricoltura con una piattaforma di facile utilizzo basata sull’intelligenza artificiale (IA) per il monitoraggio del bestiame. Risolvere un’esigenza critica Gli scienziati di SERKET hanno parlato con gli allevatori di suini in Ungheria, in Italia e nei Paesi Bassi, dove hanno riscontrato un tasso di mortalità insostenibilmente elevato del bestiame. Circa il 3-5 % muore tra lo svezzamento e la macellazione (il cosiddetto periodo di ingrasso), un numero che sale al 16 % se si tiene conto del tempo che intercorre tra la nascita e la macellazione. Oltre alla malattia, l’aggressività e le ferite aperte sono una fonte comune di infezioni. Data la notevole carenza di manodopera nel settore agricolo, non c’è abbastanza tempo per ispezionare attentamente e regolarmente il bestiame e per individuare i problemi prima che sfuggano al controllo. Secondo Kristóf Nagy, coordinatore del progetto e amministratore delegato di SERKET, «Il trattamento di gruppo, con antibiotici spesso aggiunti all’acqua o al cibo per l’intera mandria, avviene perché gli allevatori e i lavoratori scoprono infezioni in ritardo quando gran parte del bestiame è già infetto. Ciò aumenta la resistenza agli antibiotici e i livelli di antibiotici nell’acqua utilizzata per l’agricoltura e per bere. I nostri studi hanno dimostrato che l’80 % dei problemi può essere rilevato visivamente. Attualmente ciò non è possibile a causa della carenza di manodopera nelle aziende agricole». Telecamere di sicurezza già disponibili in commercio per una sorveglianza 24/7 SERKET ha sviluppato un sistema sofisticato ma semplice che consente una vigilanza 24 ore su 24 e un’analisi dei dati basata sull’IA per rilevare comportamenti anomali e avvisare tempestivamente gli allevatori. L’unico hardware necessario è costituito da telecamere di sicurezza economiche e disponibili in commercio. Il software è progettato per rilevare i cambiamenti in cinque diversi valori comportamentali: livello di attività, aggressività, alimentazione, consumo di acqua e comportamento sociale. Un allarme avverte l’allevatore di controllare il bestiame in un determinato luogo e suggerisce potenziali rimedi. Il riscontro dell’allevatore rispetto alle condizioni reali aiuta gli algoritmi di apprendimento profondo dell’IA a migliorare le prestazioni. Il settore agricolo vuole e ha bisogno dei megadati Come spiega Nagy, «Fino a oggi il periodo d’ingrasso della produzione animale era un’incognita. Gli animali venivano pesati alla nascita e alla macellazione. Quello che succedeva nel mezzo era un mistero. I dati sulla mortalità a livello nazionale erano numeri solitamente inspiegabili». Gli scienziati della SERKET stanno attualmente lavorando con circa 40 aziende agricole che vanno da quelle che hanno circa 1 500 animali a quelle che hanno milioni di suini. Inoltre, SERKET sta conducendo 5 studi pilota pagati da grandi aziende di mangimi e integratori di sistemi. «Queste persone ci hanno trovato attraverso il nostro sito web e ci hanno offerto di pagare gli studi pilota presso le loro strutture. L’industria agricola vuole e ha bisogno di una soluzione», prosegue Nagy. Se i dati sono la chiave della rivoluzione, Nagy sottolinea: «Offriamo agli agricoltori un rapporto costo-efficacia. Con la nostra piattaforma, possono ridurre la mortalità, ridurre il numero di lavoratori necessari, ottimizzare l’alimentazione e ridurre l’uso di antibiotici. Il risultato finale è una riduzione dei costi». Oltre agli agricoltori, la piattaforma di raccolta dati interattiva e collaborativa di SERKET andrà a beneficio degli allevatori, dei ricercatori universitari e dei responsabili politici del governo.

Parole chiave

SERKET, agricoltore, antibiotico, bestiame, dati, agricoltura, allevamento, animali, mortalità, studi pilota, telecamera, maiale, carenza di manodopera, intelligenza artificiale (IA), settore agricolo, infezione, aggressione, sorveglianza, smartphone, politica, allevatori

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione