Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Supporto della robotica in ambienti urbani

Un torneo di robotica ha contribuito a dimostrare come i robot possono operare all’interno di città intelligenti per fornire servizi ai residenti.

Economia digitale

Prendere le ordinazioni e portare un caffè? Affrontare una situazione di emergenza e recuperare una cassetta di pronto soccorso per un cliente? Questi sono alcuni dei compiti che i robot hanno svolto con successo in un centro commerciale a Milton Keynes, Regno Unito, nell’ambito del progetto SciRoc, finanziato dall’UE, che di recente ha organizzato la Gara di Robotica per Città intelligenti della European Robotics League (ERL). Al torneo hanno gareggiato 10 squadre europee, l’una contro l’altra, in 5 scenari in cui i robot assistevano gli esseri umani. Si occupavano di varie mansioni, come servire un caffè al bar, andare a prendere i prodotti in un negozio di alimentari e fornire assistenza medica. La gara di robotica era strutturata in una serie di episodi in cui i sistemi robotici erano testati utilizzando specifici parametri di riferimento funzionali in un contesto operativo. «Questo significa che, nel corso di un episodio, la funzione testata richiedeva l’integrazione con altri componenti del sistema, ma limitava gli sforzi per il loro sviluppo (utilizzando, ad esempio, soluzioni standard)», come spiegato sul sito web del progetto. «Sebbene l’obiettivo sia quello di mirare specificamente ad una funzione (o eccezionalmente due), potrebbe essere necessario uno sforzo aggiuntivo per integrare la funzione principale alle altre e completare l’episodio». L’approccio in base a parametri di riferimento studiato dall’ERL comprende «due tipi di parametri di riferimento distinti, ma interconnessi: i parametri di riferimento Funzione e i parametri di riferimento Compito», come riportato in un articolo sulla piattaforma «Robohub». «Un parametro di riferimento Funzione valuta le prestazioni di un robot per funzioni specifiche, come la navigazione, la percezione degli oggetti, la manipolazione, ecc. Invece un parametro Compito valuta le prestazioni del sistema robot rispetto a compiti complessi che richiedono l’utilizzo di funzionalità diverse».

Episodi e compiti

Gli episodi sono stati organizzati in tre categorie: interazione uomo-robot e mobilità, concentrandosi su robot con capacità di comunicazione verbale e di navigazione; manipolazione, con robot in grado di svolgere compiti come la manipolazione di oggetti; ed emergenza, dove i compiti sono affrontati autonomamente da piccoli robot aerei. I cinque episodi che facevano parte della Sfida di ERL erano: servire un caffè al bar, prendere l’ascensore, fare la spesa, aprire la porta e consegnare rapidamente pillole di emergenza. Come riportato nell'articolo, secondo Daniele Nardi professore presso l’Università Sapienza di Roma, partner del progetto: «Le gare di robotica in una città intelligente sono proiettate nel futuro, poiché è probabile che le città intelligenti saranno tra i primi luoghi popolati da robot». L'attuale progetto SciRoc (European Robotics League e Gare di robotica per città intelligenti) offre alle aziende e ai ricercatori l’opportunità di dimostrare i loro sistemi e la loro tecnologia robotica ad un vasto pubblico in un contesto realistico. Continua a gestire gli eventi della ERL, una serie di sfide in cui i robot competono in diversi campi di applicazione. Queste includono: i Robot al servizio del cliente ERL in grado di operare nelle case degli utenti, i Robot per servizi professionali ERL in grado di fornire servizi professionali fuori casa, e i Robot per servizi di emergenza ERL in grado di viaggiare via terra, mare o aria. Tali applicazioni sono state dimostrate nella quarta sfida di SciRoc, la Gara di Robotica per Città intelligenti ERL, volta a dimostrare come i robot si integreranno nelle città del futuro come soggetti fisici che vivono al loro interno. Lanciato nel 2016, l’ERL è un quadro comune per le gare di robotica finanziate dall’UE. Attualmente gestito da SciRoc, si basa sul successo dei progetti RoCKIn, EURATHLON, EuRoC e RockEU2. Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto SciRoc

Paesi

Regno Unito

Articoli correlati