CORDIS
Risultati della ricerca dell’UE

CORDIS

Italiano IT

Notizie

Italiano IT

TENDENZE SCIENTIFICHE: Le mascherine riducono il rischio di contrarre la Covid-19, secondo lo studio più esaustivo mai realizzato

Un nuovo studio sostiene la copertura del volto per prevenire efficacemente la trasmissione del coronavirus.

© Woottisak, Shutterstock

Il 5 giugno, durante una conferenza stampa, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha invitato le nazioni a esortare la popolazione a indossare mascherine in tessuto nei luoghi in cui si sta diffondendo la COVID-19. «Nelle aree con un’elevata trasmissione del virus, l’OMS consiglia l’impiego di mascherine mediche per tutti coloro che lavorano in ambienti clinici di strutture sanitarie, e non solo agli operatori che si occupano di pazienti affetti da COVID-19», ha commentato il dott.Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale. «In secondo luogo, nelle aree di trasmissione comunitaria consigliamo a chi ha 60 anni o più e a chi è affetto da patologie pregresse di indossare una mascherina medica nelle situazioni in cui non è possibile mantenere il distanziamento fisico. In terzo luogo, l’OMS ha aggiornato la sua guida sull’uso delle mascherine da parte della popolazione generale in aree di trasmissione comunitaria». «L’OMS consiglia ai governi di esortare la popolazione a indossare le mascherine in aree di elevata trasmissione del virus e in cui è difficile mantenere il distanziamento fisico, per esempio sui mezzi pubblici, nei negozi o in altri ambienti chiusi o affollati», ha aggiunto il dott. Ghebreyesus. «La nostra guida aggiornata contiene nuove informazioni sulla composizione delle mascherine in tessuto, basate su una ricerca accademica richiesta dall’OMS». Tale ricerca è stata presentata sulla rivista «The Lancet», passando in rassegna numerosi studi pubblicati. Essa giunge alla conclusione che il distanziamento fisico e l’impiego di mascherine sono i due metodi più efficaci per fermare la trasmissione. Il gruppo, composto da ricercatori di università di tutto il mondo, ha analizzato 172 studi osservazionali condotti in 16 paesi di 6 continenti, tra cui studi in ambienti sanitari e comunitari. I ricercatori hanno esaminato studi relativi ai focolai di COVID-19 e a virus della medesima famiglia. Una delle scoperte principali ha rivelato che la possibilità di trasmissione senza una mascherina facciale o un respiratore è pari al 17,4 %. Tale percentuale si è ridotta fino al 3,1 % quando veniva impiegata una mascherina. «L’idea che stiamo promuovendo è che in situazioni di intensa trasmissione e in contesti in cui non non è possibile mantenere la distanza fisica, si dovrebbe indossare (si può indossare, si dovrebbe indossare) una mascherina in tessuto. È un aspetto che deve essere preso in seria considerazione», ha affermato Maria Van Kerkhove, epidemiologa e responsabile tecnico per la COVID-19 presso l’OMS, intervistata dalla «CNN». «Ciò che tentiamo di fare con la guida da noi pubblicata è fornire alcuni parametri sui migliori tessuti da utilizzare, in base alle evidenze in nostro possesso, nel caso in cui si intenda indossare una mascherina in tessuto».

Una barriera protettiva

Nel complesso, ulteriori ricerche sono necessarie per stabilire in che misura le mascherine in tessuto siano efficaci nell’evitare che chi le indossa possa potenzialmente diffondere la COVID-19 e nel proteggere queste persone dal contagio. «Bisogna comprendere che la mascherina è una barriera», ha spiegato la dott.ssa April Baller, medico dell’OMS per la prevenzione e il controllo delle infezioni. «Dunque può essere usata come barriera sia per chi la indossa sia per coloro che si prendono cura della persona che la indossa». Lo studio ha sottolineato che il distanziamento sociale e le mascherine non forniscono una protezione completa. Misure quali il lavaggio delle mani sono cruciali per ridurre la trasmissione. «Dobbiamo stare molto, molto, molto attenti al fatto che le mascherine non siano viste come un’alternativa ad altre misure di sanità pubblica che sono così disperatamente necessarie», ha osservato il dott. Mike Ryan, direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell’OMS.

Parole chiave

COVID-19, coronavirus, mascherina, mascherina facciale, trasmissione