Skip to main content

Article Category

Article available in the folowing languages:

Un pannello solare plug-in proietta istantaneamente la tua casa nel mondo dell’energia rinnovabile

Niente tetto? Nessun problema. Questi pannelli fotovoltaici concepiti per gli appartamenti urbani possono essere appesi a un balcone.

Energia

L’energia solare è una componente di importanza sempre maggiore nel mix energetico europeo, il che è dimostrato dal fatto che il suo contributo alla rete è raddoppiato nell’ultimo anno. Le schiere di pannelli solari privati sono disponibili per i consumatori, ma questo mercato è frenato da elevati costi di installazione e dallo spazio richiesto dai pannelli fotovoltaici (FV). Grazie al sostegno fornito dall’UE, SolMate ha affrontato entrambe queste sfide realizzando un sistema di energia solare facilmente collegabile all’alimentazione elettrica domestica. I pannelli sono progettati per essere installati su un balcone o una terrazza, il che significa che anche chi non dispone di spazio sul tetto può rendere la propria abitazione idonea allo sfruttamento dell’energia rinnovabile. «Vogliamo fare in modo che chiunque sia in grado di produrre la propria elettricità in modo sicuro nella propria casa», spiega Christoph Grimmer, il coordinatore del progetto. «SolMate è una soluzione di accumulo FV che può essere installata da chiunque semplicemente connettendola a una normale presa a muro». Grimmer e due colleghi hanno fondato Efficient Energy Technology nel 2017 per sviluppare SolMate. La natura plug-and-play del sistema implica che non sono necessari tecnici per effettuare l’installazione in loco, un vantaggio grazie al quale, secondo Grimmer, SolMate si configura come un’opzione molto più economica rispetto ai prodotti comparabili. La tecnologia principale di cui si avvale SolMate si basa sulla spettroscopia di impedenza, una tecnica utilizzata dai tre scienziati durante i loro lavori sulla tecnologia all’idrogeno presso il Politecnico di Graz, in Austria. Questo metodo è uno dei modi che consentono di misurare le proprietà di un materiale applicandovi una corrente e ha permesso a SolMate di integrare perfettamente l’energia solare nel circuito esistente. Secondo le stime, ciascuna unità di SolMate costerà all’incirca 2 500 EUR e la redditività del capitale investito per il consumatore dipenderà dal prezzo dell’elettricità nella rispettiva regione di residenza. «In Germania l’elettricità è costosa, per cui il tempo del ritorno dell’investimento è di 8 anni», afferma Grimmer. «In Francia, invece, l’elettricità è piuttosto economica e quindi sono necessari più o meno 18 anni». Il dispositivo ha una durata di vita prevista pari a 20 anni, il che significa che continuerà a generare elettricità a lungo dopo aver ripagato l’importo di acquisto iniziale. Secondo la ricerca di mercato commissionata da EET sono fino a 26 milioni le persone in Europa che potrebbero trarre beneficio da questo prodotto, il che potrebbe compensare fino al 93 % di emissioni di anidride carbonica. Grimmer afferma che assicurarsi i finanziamenti dell’UE ha fornito un aiuto di fondamentale importanza. «Esiste un divario a livello finanziario tra il prototipo funzionante e la produzione in serie», aggiunge. «Ottenere finanziamenti è molto difficile; a mio parere, questo è il modo migliore di aiutare le giovani imprese dotate di grandi potenzialità a immettersi sul mercato ed espandersi». Il co-fondatore di EET afferma che difficilmente SolMate renderà obsoleta l’energia a rete convenzionale, ma che può contribuire a diversificare il mix energetico degli immobili residenziali: «Mi auguro che entro venti anni ogni famiglia disporrà della propria produzione di energia FV o di altro tipo e avrà in funzione una qualche sorta di sistema per case intelligenti volto a ottimizzare la produzione e il consumo energetico». Conclude: «Sono convinto del fatto che nel prossimo futuro la transizione energetica sia pronta a decollare. Se lavoriamo insieme, sono certo che riusciremo a concretizzarla».

Parole chiave

SolMate, solare, FV, fotovoltaico, pannello, presa, rinnovabile, rete, energia

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione