Skip to main content

Sustainable Use of Metallic Resources: Industrial Waste Prevention

Article Category

Article available in the folowing languages:

Test dell’acido: un nuovo metodo per riciclare i rifiuti pericolosi

Il sostegno dell’UE consente un approccio innovativo al riciclaggio che restituisce acido pulito nelle fabbriche di galvanizzazione, estraendo metalli preziosi da esso durante il processo.

Tecnologie industriali

La zincatura di ferro e acciaio è un passaggio fondamentale nella protezione delle infrastrutture da corrosione, muschio, olio e persino gomme da masticare. Tuttavia, l’aggiunta di questo rivestimento protettivo di zinco genera 1,8 miliardi di litri di rifiuti acidi ogni anno nell’UE. Il progetto ReCreo si propone di riciclare completamente questo flusso di rifiuti, generando metalli utili durante il processo. La zincatura a caldo è un processo in cui ferro o acciaio vengono immersi in zinco fuso, determinando la formazione di una patina resistente alla corrosione. In varie fasi, il metallo da trattare viene immerso nell’acido cloridrico per rimuovere impurità e ruggine.

Acido di scarto

«Col tempo, questo acido diventa troppo saturo di ferro disciolto e perde il suo effetto», spiega Rami Niinikoski, responsabile del progetto ReCreo. «Quando arriva a quel punto, è necessario portarlo a una società di trattamento dei rifiuti pericolosi, che neutralizzerà l’acido e smaltirà i rifiuti di fanghi in discarica». Ciò comporta la perdita sia dei metalli disciolti che dell’acido, afferma, oltre a contribuire al problema dei rifiuti in Europa. Il progetto ReCreo esplora un metodo per pulire l’acido, estraendo preziosi composti metallici durante il processo. «La nostra soluzione prevede la rigenerazione per distillazione; nel processo, l’acido viene purificato e rimuoviamo i metalli diluiti in forma salina, come il solfato di ferro e il solfato di zinco», afferma Niinikoski. «L’idea è di restituire al cliente l’acido cloridrico pulito. Questo servizio è più prezioso dei metalli, sebbene i solfati possano essere utilizzati in molti settori, come la pulizia delle acque reflue».

Capacità elevata

Attualmente, non esiste una soluzione concorrente per il trattamento dei rifiuti acidi generati dalla zincatura e dalla produzione di circuiti stampati. L’impresa ChemBrot, che ha ospitato il progetto, stima che il mercato per il loro processo in Europa raggiungerà i 250 milioni di euro. Un impianto pilota costruito a Järvenpää, in Finlandia, può distillare ogni anno 2 milioni di litri di rifiuti, sufficienti per servire tutte e 14 le fabbriche di zincatura a caldo del paese. «Si tratta di un modo molto efficace per ridurre questi rifiuti», aggiunge Niinikoski. «Siamo in grado di trattare tutti i loro rifiuti e avere ancora un po’ di capacità in eccesso». Se tutto va bene, ChemBrot si augura di dirottare 14 800 tonnellate di metallo e 74 milioni di tonnellate di rifiuti pericolosi dalle discariche entro il 2029 e di ottenere entrate per oltre 50 milioni di euro durante il processo. Il progetto è stato sostenuto dal programma Orizzonte 2020 dell’UE. «È stato davvero un bene per noi», osserva Niinikoski. «Il nostro obiettivo è quello di espanderci dalla Finlandia e per questo sono necessari investimenti; attraverso questo finanziamento abbiamo trovato alcuni potenziali partner».

Applicazione agricola

Questo interesse include un produttore di fertilizzanti che spera di aggiungere ai propri prodotti i solfati di ferro e rame catturati da ChemBrot e una fabbrica di zincatura che desidera riciclare il proprio acido cloridrico. Niinikoski lavora nel settore della gestione dei rifiuti da 15 anni. «All’epoca non era un argomento così accattivante come lo è oggi, c’erano solo i camion che venivano a prendere le tue cose», spiega. «Oggi l’intero settore ambientale e l’economia circolare sono diventati un’area davvero interessante. Le cose cambiano continuamente e ci sono molte possibilità».

Parole chiave

ReCreo, ChemBrot, zincatura, zincatura a caldo, acciaio, ferro, acido, rifiuti, zinco, solfati

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione