Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Aggiornamento su RecycLoo: una soluzione sostenibile di servizi igienici pubblici ottiene successo grazie a interessanti opportunità commerciali in tutto il mondo

Nel numero di giugno 2020 di Research*eu abbiamo pubblicato un articolo sul progetto RecycLoo, realizzato dalla start-up francese WeCo, che ha progettato e realizzato un nuovo tipo di servizi igienici pubblici sostenibili. Con eccitanti piani di espansione in Europa e in Africa, scopriamo come stanno, organizzando una discussione con Cécile Dekeuwer, amministratrice delegata e fondatrice di WeCo.

Tecnologie industriali

Ciò che rende tanto unici i servizi igienici WeCo – nati grazie al progetto RecycLoo (The water recycling bio toilets), finanziato dall’UE, e che a uno sguardo casuale appaiono come qualsiasi altro bagno pubblico – è che grazie a una combinazione di batteri, sedimentazione e a una reazione elettrochimica l’acqua sporca scaricata precedentemente viene completamente trattata, purificata e resa utilizzabile ancora per un altro ciclo di scarico. Questo processo ha il grande vantaggio di far risparmiare acqua ed è un eccellente esempio del concetto di economia circolare in azione.

Opportunità ai tempi della COVID

La COVID-19 ha causato un cambiamento nel modo in cui le persone percepiscono l’igiene nello spazio pubblico, rafforzando in particolare l’idea che i bagni pubblici possano rappresentare un grave rischio di infezione. Eppure, resta il fatto che ci si potrebbe trovare in una condizione di necessità quando si è fuori casa, e con ristoranti e altre attività commerciali non essenziali chiusi, la necessità di bagni pubblici, anche in epoca COVID, ha rappresentato un’opportunità per WeCo. Ponendo l’attenzione sulla Francia, WeCo ha recentemente installato i suoi servizi igienici nel comune di Grigny (vicino Parigi), e all’inizio del 2021 anche le città francesi di Blois e Rennes sono diventate clienti WeCo. «Abbiamo anche rafforzato il nostro gruppo di esperti di vendita multilingue che stanno analizzando le opportunità di WeCo in Germania, dove stiamo dando priorità al rafforzamento della riconoscibilità del nostro marchio e all’affermazione della nostra presenza sul mercato», spiega Dekeuwer. «Ci aspettiamo di vedere il risultato di questi sforzi entro la fine del 2021.»

Nuove opportunità commerciali abbondano

Accanto alla loro crescente base di clienti francesi e alla penetrazione del mercato tedesco, WeCo recentemente ha avviato anche nuovi partenariati con un leader del settore dei servizi igienici con scarico nelle fognature, una società di riciclaggio delle «acque grigie» nonché loro principale partner industriale. «I nuovi ordini sono in aumento e ora ci stiamo concentrando sullo sviluppo delle nostre prime vendite in uno spirito di collaborazione con i clienti, incentrando l’attenzione sulle città sostenibili e i progetti B2B in cui i nostri servizi igienici sostenibili fuori rete sono necessari», aggiunge Dekeuwer. WeCo, inoltre, non ha rinunciato ai suoi piani di penetrare i mercati africani. «Grazie a un ulteriore finanziamento ottenuto mediante l’INNOWWIDE - EUREKA Prize and Water Europe’s Innovation Award in Europa, nonché attraverso il marchio di eccellenza rilasciato dall’Acceleratore del CEI, abbiamo avviato un partenariato con la società senegalese Delvic Sanitation Services, un attore fondamentale nella valorizzazione dei fanghi fecali», continua. «Questo ci permette di comprendere le esigenze specifiche dell’Africa occidentale e di contribuire alla costruzione delle città africane sostenibili di domani!» Dalla nostra intervista, è chiaro che Dekeuwer e il suo gruppo sono estremamente orgogliosi della loro soluzione di servizi igienici sostenibili e affidabili e sono assolutamente sicuri che WeCo lascerà il segno in Europa, Africa e, un giorno, Asia.

Parole chiave

RecycLoo, WeCo, servizi igienici, sostenibile, bagno pubblico, COVID-19, Africa