Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

L’isola greca di Piscopi ritira il premio per la transizione energetica pulita

L’isola greca di Piscopi si piazza al terzo posto nel concorso per la produzione di energia rinnovabile, patrocinato dall’UE, e si aggiudica un premio in denaro di 100 000 euro per il suo innovativo modello energetico.

Cambiamento climatico e Ambiente
Società
Energia

Quando la stampa si dedica alle isole greche, di solito lo fa per esaltarne la bellezza delle spiagge. Tuttavia, una piccola isola greca è uscita dagli schemi, approdando alla stampa per un motivo ben diverso. L’isola di Piscopi, appartenente all’arcipelago del Dodecaneso nel mar Egeo, ha vinto un premio per la sua esemplare transizione energetica pulita. Si tratta del premio «RESponsible Island» che riconosce i risultati nella produzione di energia rinnovabile a livello locale per elettricità, riscaldamento, raffreddamento e trasporto sulle isole. Piscopi è arrivata al terzo posto nell’edizione del 2020 del concorso patrocinato dalla Commissione europea e ha inoltre ricevuto un premio in denaro di 100 000 euro. Il primo premio è stato assegnato all’isola danese di Ærø, seguita da El Hierro, appartenente alle Isole Canarie. I risultati ottenuti da Piscopi per l’energia pulita sono stati sostenuti dal progetto TILOS, finanziato dall’UE. Questo progetto si è occupato della realizzazione di una stazione ibrida per sfruttare l’energia eolica e solare con la possibilità di stoccaggio nelle batterie, garantendo così l’80-85 % di autonomia energetica per due mesi durante l’anno. «In inverno la percentuale si innalza al 100 %. Al culmine della stagione turistica, da luglio ad agosto, la percentuale di copertura raggiunge circa il 70-75 %», ha affermato la sindaca Maria Kamma in un articolo pubblicato sul sito web della stazione radio «Athina 9.84». Kamma ha proceduto a spiegare che l’isola esporta inoltre energia pulita alla centrale elettrica dell’isola di Kos tramite un cavo sottomarino. Secondo la sindaca, l’energia rinnovabile trasmessa a Kos ha ridotto la produzione annuale della centrale di 1 200 MWh, il che equivale a 220 tonnellate in meno di olio combustibile consumato e a 750 tonnellate in meno di emissioni di CO2 all’anno.

Il presente e il futuro delle tecnologie verdi

Attualmente, Piscopi dispone di una turbina eolica da 800 kW, di un parco fotovoltaico che genera 160 kW al massimo delle prestazioni e di accumulatori con una capacità di 2,8 MWh. Ciononostante, i piani dell’isola non terminano qui. «Se installassimo un’altra turbina eolica di dimensioni medie e un piccolo parco fotovoltaico, l’isola può diventare interamente indipendente» ha osservato Kamma. Conquistandosi ulteriormente il titolo di «Un’isola campionessa nell’energia rinnovabile e nell’innovazione», Piscopi vanta inoltre la presenza di una stazione di ricarica pubblica per veicoli elettrici e di sistemi di illuminazione autonomi in strade e piazze. Oltre a ciò, le risorse idriche, tra cui pozzi e bacini, e l’illuminazione dei monumenti dell’isola sono gestiti in remoto mediante i sistemi intelligenti del progetto TILOS. Piscopi è inoltre in attesa di ricevere il suo primo autobus elettrico, che andrà a sostituire quello attualmente utilizzato per il trasporto pubblico, e ha in programma di acquistare due camion elettrici e un veicolo elettrico. Ha persino in cantiere un impianto di desalinizzazione alimentato da energie rinnovabili. Piscopi non si è guadagnata il terzo posto nel concorso solo per le tecnologie innovative basate sulle energie rinnovabili, ma ha ricevuto il premio anche per l’impatto ambientale e socio-economico, la sostenibilità e la replicabilità della soluzione e l’elevato livello di coinvolgimento dei cittadini ottenuti dal progetto TILOS (Technology Innovation for the Local Scale, Optimum Integration of Battery Energy Storage). Secondo la Commissione europea, l’isola con l’«innovativo modello energetico caratterizzato da energia eolica e solare su scala comunitaria, lo stoccaggio di energia nelle batterie e la gestione avanzata dell’energia sarà fonte di ispirazione per altre isole e comunità locali.» Per maggiori informazioni, consultare: sito web del progetto TILOS

Parole chiave

TILOS, isola, energia rinnovabile, energia pulita, premio RESponsible Island

Articoli correlati

Nuovi prodotti e tecnologie