Skip to main content

Article Category

Notizia

Article available in the folowing languages:

Aggiornamento su BILLON: portare l’innovativa tecnologia blockchain nell’ambito finanziario tradizionale

Abbiamo citato BILLION nel numero di ottobre 2020 della rivista Research*eu e siamo venuti a conoscenza dell’innovativa tecnologia blockchain proposta da questo progetto, che consente a tutti i cittadini europei, a prescindere da età, condizioni economiche o nazionalità, di partecipare all’economia digitale in costante espansione. Robert Kaluza, amministratore delegato della moneta elettronica di Billon Group con sede nel Regno Unito e in Polonia, ci racconta i progressi di questa tecnologia e i progressi più recenti e stimolanti compiuti.

Economia digitale

Il progetto BILLON (Disrupting the economy – FinTech blockchain solution revolutionises direct payments. Secure, low-cost and simple bank-free payments for everyone) si proponeva di favorire l’accessibilità a pagamenti digitali fluidi, sicuri, semplici ed economici per tutti, ed è riuscito nell’intento sviluppando una tecnologia blockchain che non si basava su alcun intermediario, quali una banca o un fornitore di carte. Il team è riuscito a ottenere licenze per elaborare transazioni di moneta elettronica nella loro nativa Polonia (il primo paese a farlo) nonché nel Regno Unito, e ha vinto diversi importanti riconoscimenti nel settore grazie alla tecnologia blockchain sviluppata.

Un continuo successo internazionale e nazionale

Ma ora come sta proseguendo? «Abbiamo appena raggiunto un traguardo importante nell’ambito del nostro sviluppo tecnologico inaugurando il sistema DLT aziendale unico (Unified Enterprise DLT System)», afferma Kaluza. «Questa piattaforma consolida le nostre soluzioni precedenti attraverso l’impiego di blockchain per gestire diverse classi di risorse (valute nazionali, documenti e altri token) in un singolo ledger distribuito ad alte prestazioni.» Ciò significa che Billon sarà in grado di sfruttare appieno il potenziale della sua tecnologia blockchain aziendale collegando flussi separati di denaro e dati in un unico vero processo senza interruzioni. L’idea di Billon circa le transazioni blockchain in valute nazionali è stata approvata anche da alcuni istituti finanziari di rilievo in Europa e negli Stati Uniti. «FIS, un fornitore leader a livello mondiale di informatica bancaria, ha investito in Billon e ha usato la nostra tecnologia blockchain per trasferimenti di denaro istantanei nella sua nuova piattaforma bancaria moderna», continua Kaluza. «Sfruttando il sistema di FIS, stiamo lavorando inoltre su un sistema di pagamenti transfrontaliero con Raiffeisen Bank International per consentire trasferimenti di denaro interbancari istantanei tra l’Austria e altri paesi della Comunità economica europea.» Sul fronte interno, anche la licenza di moneta elettronica polacca di Billon ha garantito alcuni buoni affari. ERGO Hestia, una compagnia assicurativa polacca di rilievo, ha applicato la soluzione di pagamento di massa di Billon per fornire rimborsi istantanei relativi a pagamenti di premi in eccesso ai clienti, mentre un altro committente, un’azienda per la consegna di alimenti, ha utilizzato le funzionalità della moneta elettronica di Billon per la digitalizzazione istantanea della riscossione di contanti. Ciò ha permesso ai corrieri di depositare ovunque i contanti, di ricevere denaro istantaneamente e di avere una pista di controllo invariabile. Tuttavia, Kaluza ammette che la pandemia ha ritardato alcuni progetti. «Ma sono convinto che ne usciremo vincitori in quanto fornitori di una tecnologia che sta accelerando la trasformazione digitale.»

L’importanza del finanziamento dell’UE

In generale, il finanziamento dell’UE assegnato a Billon ha fornito al team del progetto un aiuto fondamentale nell’ottenere visibilità sui mercati internazionali (mentre l’Europa e gli Stati Uniti rimangono le principali priorità, l’azienda sta anche timidamente esplorando la possibilità di ampliare la propria presenza commerciale a Singapore) e ha consolidato il brand in un ambito blockchain/DLT saturo. «Grazie al finanziamento dell’UE siamo riusciti a superare la fase concettuale e a sviluppare solidi partenariati con aziende quali FIS e Raiffeisen», conclude Kaluza. «È qualcosa che pochissime aziende blockchain hanno raggiunto e ciò non sarebbe stato possibile senza la nostra partecipazione al programma Orizzonte 2020.»

Parole chiave

BILLON, blockchain, moneta elettronica, sistema DLT aziendale unico, FIS, DLT

Articoli correlati