Skip to main content

Intelligence for precision therapies against antimicrobial resistance: The first diagnostic panel that probes all the clinically relevant antibiotics at once

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una macchina automatizzata per l’analisi degli agenti patogeni si unisce alla lotta contro la resistenza agli antibiotici

La crescente resistenza agli antibiotici di molti agenti patogeni costituisce uno dei problemi principali per la salute pubblica. Un nuovo progetto finanziato dall’UE ha sviluppato una macchina automatizzata per analisi di precisione al fine di condurre uno screening di massa per la resistenza batterica.

Salute

La crescente resilienza dei microbi agli antibiotici rappresenta una grave minaccia per la salute globale. La resistenza agli antimicrobici provoca 30 000 decessi l’anno nell’UE e circa 700 000 nel mondo. Gli scienziati prevedono che, entro il 2050, le infezioni dovute a microbi farmacoresistenti provocheranno in tutto il mondo più vittime di quelle prodotte complessivamente da tutte le forme di cancro. Per cercare di fermare questa preoccupante tendenza, le società devono interrompere l’abuso di antibiotici. Uno dei passi principali verso questo obiettivo è il passaggio alla terapia mirata di precisione, in cui i trattamenti vengono assegnati in base alla suscettibilità di un particolare agente patogeno. I medici hanno quindi bisogno di test di suscettibilità agli agenti antimicrobici accessibili e completi per ogni agente patogeno. Il test di suscettibilità antibiotica (AST, Antibiotic Susceptibility Testing) individua quali farmaci fermeranno la crescita batterica o fungina sottostante all’infezione. Attualmente, il test manuale è la modalità di esecuzione più precisa, ma si tratta di una procedura lunga e costosa. Alcuni sistemi automatizzati di facile utilizzo ed economici sono tuttora disponibili, ma forniscono solo informazioni limitate sui trattamenti. Il progetto BacterOMIC, finanziato dall’UE, ha sviluppato una macchina automatizzata per l’analisi all’avanguardia che esegue test di suscettibilità antimicrobica esplicativi e completi. «L’obiettivo di BacterOMIC è portare a un altro livello l’AST offrendo valutazioni quantitative di tutti gli antibiotici clinicamente rilevanti in un unico test», afferma Piotr Garstecki, presidente e direttore tecnico di Scope Fluidics e coordinatore del progetto BacterOMIC. Il risultato più importante del progetto è stato quello di ottenere la certificazione CE IVD per il sistema di BacterOMIC, dimostrando che il dispositivo soddisfa i requisiti normativi in ambito medico e aprendo la strada al suo ingresso nel mercato.

Test automatizzati su larga scala

BacterOMIC si avvale di tecnologie di punta nel settore della microfluidica, ovvero nel controllo dei fluidi su scale di dimensioni estremamente ridotte. La macchina impiega pannelli di cartucce monouso che permettono l’analisi di 640 colture indipendenti in un unico test. Un ceppo batterico, una volta isolato, viene collocato nel pannello. Questi pannelli vengono poi impilati in un dispositivo di riempimento automatico e trasferiti in un analizzatore che conduce i test. Le cartucce di BacterOMIC sono di facile utilizzo, in quanto l’unico passaggio manuale è il posizionamento della sospensione batterica sulla cartuccia; tutte le altre operazioni sono automatizzate, per una maggiore semplicità d’uso. «Abbiamo progettato le cartucce per testare fino a 60 antibiotici clinicamente rilevanti o fino a 20 combinazioni di antibiotici disposti a scacchiera in un unico test», osserva Garstecki. «Tale approccio offre un evidente vantaggio tecnologico sulla concorrenza, migliorerà i risultati del trattamento e ridurrà il rischio di complicanze, nonché i costi di ospedalizzazione e trattamento», aggiunge.

Andare verso il mercato

Il team prevede di commercializzare il sistema di BacterOMIC nel secondo trimestre del 2022. Il team di sviluppo commerciale è attualmente in fase di ricerca e consolidamento delle relazioni, elaborazione di una rete distributiva e valutazione delle esigenze del mercato. «L’abbinamento di una ridotta soglia d’accesso alla straordinaria capacità di ottenere informazioni AST complete e individuare combinazioni sinergiche di antibiotici dovrebbe promuovere la rapida adozione di BacterOMIC», afferma Garstecki. Il sistema sarà collaudato in centri clinici, anche privati, situati in paesi di tutta Europa, il che produrrà ulteriori riscontri a supporto della commercializzazione. «Eliminando i ritardi di accesso a informazioni AST accurate ed esaustive, la soluzione di BacterOMIC consentirà una gestione più responsabile degli antibiotici, il miglioramento degli esiti, il contenimento del fenomeno della resistenza agli antibiotici e la riduzione dei tempi di ospedalizzazione», spiega Garstecki. «Puntiamo a fare in modo che questo sistema fornisca un rapido accesso alle informazioni chiave per trattare le infezioni resistenti e superare la minaccia della resistenza antimicrobica», aggiunge.

Parole chiave

BacterOMIC, batteri, resistenza, antibiotico, suscettibilità, test, macchina, sistema

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione