Skip to main content

Neurosteroids: trophic and bevavioral effects

Article Category

Article available in the folowing languages:

Una nuova tecnica per la misurazione degli steroidi

I neurosteroidi regolano numerose funzioni fisiologiche direttamente connesse alla crescita e alla riparazione dei nervi. Tuttavia, le ricerche sugli steroidi sono fortemente limitate dal fatto che queste sostanze sono presenti all'interno dei tessuti solo in esigue quantità e in forme diverse, impossibili da estrarre. Inoltre, essi necessitano di approfondite analisi per l'identificazione e la conduzione di prove (assay). Per ovviare a queste difficoltà, nell'ambito del presente progetto è stata messa a punto una nuova tecnica di "microassay" estremamente sensibile, che presenta interessanti potenzialità per la ricerca sugli steroidi.

Salute

Per molto tempo, gli scienziati hanno creduto che gli ormoni steroidei fossero prodotti dalle ghiandole endocrine e giungessero nel sistema nervoso per influenzarne lo sviluppo e la funzionalità. Una recente scoperta scientifica, tuttavia, ha dimostrato che gli steroidi possono essere prodotti anche nel sistema nervoso – sia nel cervello che nei nervi periferici – in modo indipendente rispetto agli organi endocrini. Gli steroidi sono strettamente legati alla formazione di nuove guaine mieliniche, ovvero rivestimenti isolanti che inguainano le cosiddette fibre mieliniche, e sono responsabili del potenziamento della memoria spaziale e della modificazione dei pattern del sonno. Nonostante la loro evidente importanza, risulta ancora poco chiaro il contenuto e il ruolo di queste due tipologie di steroidi all'interno del sistema nervoso. Tale scarsa conoscenza è dovuta principalmente a due ragioni: innanzitutto la difficoltà di estrarre gli steroidi liberi e in secondo luogo la loro esigua quantità, insufficiente per un'analisi completa. Ciò, di conseguenza, limita notevolmente le attività di ricerca relative alla caratterizzazione degli steroidi e ai loro meccanismi di produzione. Per tentare di superare questi ostacoli, un gruppo di ricercatori ha sviluppato una nuova tecnica di misurazione "microassay" per steroidi, caratterizzata da un elevato grado di solidità, sensibilità e precisione. Questo metodo prevede l'estrazione di ridotte quantità di steroidi da piccoli campioni di tessuto, la loro separazione tramite gascromatografia (GC) e la loro identificazione attraverso tecniche di spettrometria di massa (MS). Rispetto alla radioimmunologia convenzionale, quest'innovativa tecnica offre nuove possibilità di effettuare simultaneamente la specificazione qualitativa e quantitativa di un elevato numero di steroidi provenienti dallo stesso tessuto. Particolare interesse riveste la capacità di determinare con precisione quantità estremamente ridotte (fentomoli) di steroidi in una serie di campioni (per esempio biopsie, fluido cerebrospinale e colture cellulari). Grazie a queste straordinarie proprietà, i ricercatori potranno utilizzare tale strumento diagnostico per identificare nuovi composti steroidei all'interno di campioni biologici, caratterizzare gli steroidi presenti nel tessuto nervoso e studiarne i meccanismi di produzione. Tale attività di ricerca fornirà un contributo significativo all'elaborazione di nuove terapie mediche per la cura delle malattie e dei disturbi del sistema nervoso.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione