Skip to main content

New generation of machinery for manufacture of miniature (1mm) engineering components (machmini)

Article Category

Article available in the folowing languages:

Minimacchinari per la microfabbricazione

I componenti meccanici miniaturizzati con dimensioni nell'ordine dei millimetri o dei micron sono utilizzati, ad esempio, nel settore aerospaziale, nel settore medico e nei dispositivi di trasduzione. Sono stati sviluppati utensili e macchinari per la deformazione micrometrica di materiali miniaturizzati.

Tecnologie industriali

Numerose parti meccaniche contenute nei nostri frigoriferi supertecnologici sono assemblate da componenti miniaturizzati. Dagli elettrodomestici all'industria aerospaziale, questi materiali a realizzazione miniaturizzata sono molto richiesti. Con componenti nell'ordine dei 20 micron di spessore e una dimensione complessiva nell'ordine del millimetro, la maggior parte dei processi di deformazione convenzionale possono causare difetti seri e irreversibili. Sono necessari nuovi utensili e nuovi macchinari. La risposta a questa domanda ha rappresentato l'obiettivo del progetto MACHMINI. In primo luogo, è necessario definire le caratteristiche di deformazione plastica dei materiali in miniatura. Tali caratteristiche sono state utilizzate in fase di pre-elaborazione per lo sviluppo di un modello software esatto ad elementi finiti. Il modello computerizzato ha contribuito in maniera sostanziale alla progettazione, all'analisi e allo sviluppo dei prodotti. È stato realizzato, quindi il macchinario MACHMINI, una nuova generazione di macchina sagomatrice. Si tratta di un macchinario a controllo numerico computerizzato (CNC) 3D che fornisce il sistema di utensili per destinazioni predeterminate. È dotato di un telaio a ''L", su cui è possibile montare una vasta gamma di utensili e testine divisori. La geometria del sistema semplifica la manipolazione del componente sull'asse X e Y. Per programmare il macchinario MACHMINI è possibile utilizzare codici di controllo numerico standard, ad esempio G-Code. Un'innovazione fondamentale nel design del macchinario MACHMINI è l'incorporazione di un segnale Z1 che consente di fornire segnali condizionati al sistema di utensili. La capacità tridimensionale consente di modellare componenti con geometrie complesse. Un prototipo di macchinario MACHMINI è disponibile per la sperimentazione, mentre altri campioni sono già stati forniti alle più importanti industrie per un'ampia sperimentazione delle prestazioni.

Scopri altri articoli nello stesso settore di applicazione